Marcatura CE

Cosa significa la marcatura CE delle macchine?

La marcatura CE, apposta sulle macchine industriali, attesta la conformità delle macchine alle direttive comunitarie applicabili.

La marcatura CE viene apposta fisicamente sulla macchina, ma è il passo finale di un percorso che ha l’obiettivo di garantire la sicurezza della macchina.

Infatti, come molti altri prodotti, anche le macchine industriali devono rispettare le disposizioni legislative vigenti nei paesi nei quali vengono commercializzate e messe in servizio.

L’applicazione delle direttive è supportato da numerose norme tecniche emanate da enti sovranazionali e nazionali (ISO, IEC, CEN, CENELEC, UNI, CEI, ecc.).

Per la macchina, progettata e costruita rispettando le direttive applicabili, viene infine redatta una dichiarazione CE di conformità emessa dal fabbricante; la dichiarazione rimarrà valida per tutta la vita della macchina stessa e la accompagnerà nelle future transizioni commerciali.

 

Cosa possiamo fare per te?

I nostri tecnici possono aiutarti per la marcatura CE delle macchine industriali che produci o usi, anche in caso di modifiche sostanziali.

Anzitutto bisognerà individuare quali direttive sono applicabili e poi decidere il percorso più corretto, e semplice, per il loro rispetto.

La marcatura CE è un simbolo grafico che il fabbricante deve apporre sul prodotto per attestarne in modo facilmente riconoscibile da parte dell’acquirente la conformità alle direttive comunitarie ad esso applicabili.

Infatti l’apposizione della marcatura CE significa che il prodotto è conforme a tutte le direttive in cui ricade che prevedono tale marcatura, come indicato dal paragrafo 4 dell’articolo 5 della direttiva 2006/42/CE.

 

Le direttive comunitarie applicabili alle macchine sono:

direttiva macchine 2006/42/CE,

direttiva attrezzature a pressione 2014/68/UE (PED),

direttiva apparecchiature per atmosfere potenzialmente esplosive 2014/34/UE (ATEX),

direttiva emissione acustica ambientale di macchine destinate ad essere utilizzate all’aperto 2000/14/CE,

direttiva compatibilità elettromagnetica 2014/30/UE (EMC).

Eccetto la prima, ognuna delle seguenti, può essere applicabile alla macchina in base alla caratteristiche della macchina, ad esempio la macchina rientrerà nel campo di applicazione della direttiva ATEX se è destinata a lavorare in atmosfere con polveri potenzialmente esplosive.

La nostra assistenza prevede anche la progettazione di specifici percorsi formativi del personale addetto allo sviluppo ed alla sicurezza dei prodotti.

Hai un dubbio, un problema o una domanda?

Parlane con noi e ci impegneremo per darti una risposta utile e puntuale.