La norma UNI EN ISO 13849-1:2016 ed i pericoli sovrapposti

Nella stima dei livelli di prestazione dei circuiti di comando aventi funzioni di sicurezza, in accordo alla norma UNI EN ISO 13849-1:2016, ogni pericolo deve essere considerato come un rischio specifico o una situazione pericolosa particolare.
Per la quantificazione del rischio, ogni pericolo può pertanto essere valutato separatamente.
Ciò significa che ogni circuito di comando, preso in esame, deve riferirsi ad un attuatore pericoloso (ad esempio ad un motore o ad un cilindro pneumatico).
Quando è evidente che vi è una combinazione di rischi, direttamente collegati, che avvengono sempre contemporaneamente allora dovrebbero essere combinati durante la stima del rischio.
Il circuito di comando per il quale verrà effettuata la stima del livello di prestazione, secondo alla norma UNI EN ISO 13849-1:2016, dovrà quindi comprendere tutti gli attuatori pericolosi che generano i pericoli sovrapposti a cui possono essere esposte le persone.
Per stabilire se i rischi devono essere considerati separatamente o in combinazione si deve considerare la valutazione dei rischi della macchina.
A questo proposito la norma UNI EN ISO 13849-1:2016 ”Sicurezza del macchinario – Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza – Parte 1: Principi generali per la progettazione” precisa:
A.3 Overlapping hazards
When using ISO 13849-1, all hazards are considered as a specific hazard or hazardous situation.
For the quantification of risk, each hazard can therefore be evaluated separately.
When it is obvious that there is a combination of directly linked hazards which always occur simultaneously then they should be combined during risk estimation.
The determination of whether hazards should be considered separately or in combination should be considered during the risk assessment of the machine.
EXAMPLE 1: A continuous welding robot may create various simultaneous hazardous situations, for example crushing caused by movement and burning due to the welding process. This can be considered as a combination of directly linked hazards.
EXAMPLE 2: For a robot cell in which separate robots are working, each robot is considered separately.
EXAMPLE 3: As a result of a risk assessment it can be sufficient to consider at rotary table with clamping devices each clamping device separately.
Ad esempio, una cesoia idraulica presenta pericoli sovrapposti nel punto di introduzione della lamiera dovuti ai premilamiera ed alla lama (vedi Foto 1); nel circuito di comando che arresta tali elementi pericolosi devono quindi essere tenuti in considerazione sia i dispositivi che azionano i premilamiera che quelli che azionano la lama (vedi schema idraulico in Figura 1 e schema a blocchi in Figura 2).
dispositivi che azionano i premilamiera che quelli che azionano la lama
Figura 1 — Circuito idraulico di azionamento dei premilamiera e della lama
UNI EN ISO 13849-1 esempio di pericoli sovrapposti lama e premilamiera
Foto 1 — Esempio di pericoli sovrapposti

 

 

Schema a blocchi della parte idraulica del circuito di comando UNI EN 13849-1
Figura 2 — Schema a blocchi della parte idraulica del circuito di comando

Condividi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su