Quali differenze ci sono tra le norme americane e le norme europee per i macchinari ?

Storicamente, le norme internazionali (IEC e ISO) sono state influenzate in modo importante dai gruppi di lavoro dei paesi europei anche perchè ogni paese membro (incluso Canada e Stati Uniti) ha un solo voto ed i gruppi di lavoro europei sono comunemente composti dai costruttori delle macchine.

Questo spiega perché le norme  ISO (come ad esempio la  norma ISO 13849-1 (2016): Sicurezza del macchinario. Parti dei sistemi di comando legate alla sicurezza. Parte 1: Principi generali per la progettazione), siano state scritte e pensate  per i costruttori di macchinari e non per gli utilizzatori.

Al contrario le norme tecniche statunitensi per la sicurezza delle macchine tendono ad essere scritte in modo uguale per utenti e fornitori, in particolare per quanto riguarda la progettazione, la costruzione e l’utilizzo a lungo termine delle macchine.

 

Nel modello americano le “regulations”  dell’ Occupational Safety & Health Administration (OSHA) rappresentano la “Legge”; gli aspetti contemplati dall’OSHA sono tutti quelli contemplati in Italia dal D.Lgs 81/08, ovvero gli obblighi sono in capo agli utilizzatori.

 

In Europa la Direttiva Macchine cita le norme armonizzate che, usate dal costruttore della macchina, garantiscono la presunzione di conformità valida sia per il produttore che per l’utilizzatore.

Le norme tecniche vengono continuamente aggiornate ed il loro elenco pubblicato sulla gazzetta ufficiale della Comunità Europea (norme armonizzate).

 

L’ Occupational Safety & Health Administration OSHA  invece utilizza un elenco di “regolamenti” applicativi creati nei primi anni 1970.

L’OSHA può anche evidenziare violazioni a regole, di carattere più generale quali necessità che una macchina sia adeguatamente protetta facendo riferimento a standard (non OSHA) quali ad esempio ANSI della serie B11.)

Quindi OSHA non richiede esplicitamente (con la forza della “Legge”) che un fornitore costruisca una macchina conforme.

Nonostante questo la maggior parte dei fornitori costruisce macchine conformi perché:

Molti acquirenti definiscono i requisiti di conformità della sicurezza della macchina nella specifica di acquisto.

I fornitori hanno la responsabilità di fornire macchine sicure ed applicano la dovuta diligenza nel progettare e realizzare le macchine.

 

Un produttore di apparecchiature originali (OEM) può vendere una macchina senza la sicurezza di base negli Stati Uniti? I regolamenti richiedono ai costruttori di macchine di fornire protezioni per le macchine?

Tutti i costruttori devono includere alcune sicurezza di base su una macchina quando vendono la macchina a un cliente (utilizzatore finale) negli Stati Uniti.

Per sicurezza di base della macchina si intende ad esempio l’uso di ripari e dispositivi di protezione.

Le funzioni relative alla sicurezza specifiche della macchina, sono richieste da alcune normative OSHA e da alcuni standard di tipo“B” (ad esempio NFPA 79)  e tipo “C” ( ad esempio ANSI B11.1)  per la sicurezza delle macchine.

Anche in questo caso però questi requisiti non affrontano tutti i rischi associati a una macchina, come installata, per gli operatori, gli addetti alla manutenzione, gli addetti alla pulizia e altri che operano all’interno di un ambiente di produzione.

Quindi è richiesta all’utilizzatore una valutazione del rischio per le macchine installate per determinare tutti i pericoli e le misure di protezione adeguate.

 

 

Condividi ora!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su