Siamo felici di essere stati scelti da ATS Brianza per il progetto di Formazione Continua degli ispettori dell’ATS Brianza sulla sicurezza delle macchine industriali, i giorni 5 e 6 giugno 2019, presso la sede di Desio dell’ Agenzia di Tutela della Salute (ATS) della Brianza , Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria – UOC Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro.

Abbiamo formato personale ATS, per un totale di 25 persone, appartenenti alle seguenti figure professionali: medici del lavoro, tecnici della prevenzione, infermieri, assistenti sanitari, chimici.

I principali argomenti trattati sono stati:

Prima giornata mattino

  • Tipi di norme (A, B1, B2, C)
  • Elementi intrinsecamente sicuri (norma UNI EN 415-10)
  • Costruzione e posizionamento dei ripari (norme UNI EN ISO 13857, UNI EN ISO 13855)
  • Progettazione e costruzione dei ripari fissi e mobili (norma UNI EN ISO 14120)
  • Interblocchi dei ripari (norma UNI EN ISO 14119)
  • Spazi per evitare lo schiacciamento del corpo (norma UNI EN 349)
  • I dispositivi di protezione sensibili (norme UNI EN ISO 13855 e CEI EN IEC 62046)
  • Barriere fotoelettriche
  • Laser scanner
  • Tappeti sensibili
  • Ripristino dei circuiti di comando
  • Comandi a due mani (norma UNI EN 574)
  • Arresti di emergenza (i requisiti della nuova edizione della norma UNI EN ISO 13850)

Prima giornata pomeriggio

  • Equipaggiamenti pneumatici (norma UNI EN ISO 4414)
  • Equipaggiamenti oleoidraulici (norma UNI EN ISO 4413)
  • Temperature superfici (norme UNI EN ISO 13732-1, UNI EN ISO 13732-3)
  • Prevenzione dell’avviamento inatteso e sezionamento delle alimentazioni di energia (la nuova norma UNI EN ISO 14118)
  • Procedure per il sezionamento delle alimentazioni in manutenzione (LOTO)
  • cenni alla nuova norma UNI EN ISO 14118 “Sicurezza del macchinario – Prevenzione dell’avviamento inatteso”
  • cenni al regolamento OSHA 29 CFR 1910.147 “The control of hazardous energy (lockout/tagout)”
  • cenni alla norma ANSI/ASSE Z244.1 “Control of hazardous energy lockout/tagout and alternative methods”
  • Scale, piattaforme, passerelle (i requisiti della nuova edizione delle norme della serie UNI EN  14122)
  • Segnali di sicurezza (norma UNI EN ISO 7010)

Seconda giornata mattino

  • Metodologia valutazione dei rischi secondo UNI EN ISO 12100
  • Gestione dei rischi residui (avvertenze, procedure di sicurezza, DPI)
  • Cenni delle norme UNI EN ISO 13849-1 e UNI EN ISO 13849-2 sui circuiti di comando con funzioni di sicurezza e sul software con funzioni di sicurezza.

Seconda giornata pomeriggio

  • Presentazione e discussione di casi di infortunio preparati dalla ATS Brianza.

Condividi ora!