LOTO

Webinar “Stima del PL e principio di attivazione dell’energia”

Questo webinar è la seconda parte di un webinar di luglio 2020 , organizzato con SMC Italia, riguardante la sicurezza degli equipaggiamenti pneumatici delle macchine.

A luglio si è parlato delle eventuali misure di salvaguardia da adottare a seguito dell’azionamento di un dispositivo di sicurezza.

Per l’arresto di emergenza, tale eventualità è contemplata al punto 4.1.1.5 della norma UNI EN ISO 13850:2015 ed è di non semplice attuazione prevedendo l’attivazione di movimenti in condizioni di sicurezza.

Tali circuiti di comando devono necessariamente utilizzare il “principio di attivazione dell’energia” ovvero per realizzare la misura di salvaguardia è necessario impiegare dell’energia (ad esempio pressione dell’aria in un serbatoio di accumulo).

Questo approccio complica la stima del PL (secondo la norma UNI EN ISO 13849-1:2016) delle porzioni dei circuiti di comando che svolgono funzioni di sicurezza.

Nel corso del nuovo webinar verranno illustrati alcuni esempi pratici di circuiti di comando pneumatici che consentono di implementare le misure di salvaguardia e  le principali criticità per la stima del PL.

WEBINAR

Aspetti di sicurezza correlati agli equipaggiamenti pneumatici (IIa Parte): La stima del PL secondo la norma UNI EN ISO 13849-1 per circuiti che utilizzano il principio di attivazione dell’energia

20 gennaio 2021, ore 15:00

Ore 15:00
  • Misure di salvaguardia da adottare a seguito dell’azionamento di un dispositivo di sicurezza
  • I principi di sicurezza di base ed il principio di attivazione dell’energia secondo la norma UNI EN ISO 13849-2:2013
  • Le esclusioni dei guasti pericolosi in accordo alla norma UNI EN ISO 13849-2:2013
  • Esempio di stima del PL, in accordo alla norma UNI EN ISO 13849-1:2016, per circuiti di comando pneumatici che realizzano movimenti di salvaguardia
16:15 Spazio per domande e risposte
16:30  Conclusione

Relatori e Moderatori:

Ernesto Cappelletti – Quadra S.r.l.

Angelo Maggioni – Quadra S.r.l.

Maria Toti  – SMC Italia S.p.A.

Silvio Avarino – SMC Italia S.p.A.

I seminari e webinar sulla sicurezza delle macchine sono organizzati a titolo completamente gratuito, a fini commerciali e promozionali, per progettisti, addetti all'ufficio tecnico, manutentori, RSPP  dipendenti di  aziende produttive o di progettazione. 

Sono i benvenuti funzionari ASL, ATS, INAIL, ed enti pubblici con finalità simili.

Consulenti e liberi professionisti possono invece iscriversi ai nostri corsi a pagamento.

Su richiesta, verrà fornito ai partecipanti un Attestato di Partecipazione emesso da Quadra Srl, Ente Accreditato per la Formazione da Regione Lombardia. 

esempio di circuito di sicurezza pneumatico
webinar sicurezza della pneumatica
esempio di circuito di sicurezza pneumatico

Leggi i pareri dei partecipanti al WEBINAR di luglio 2020

Dario Sanini di Bottero Spa

La tematica dei componenti pneumatici aventi funzioni di sicurezza è molto ampia.In un'ora e mezza diventa difficile affrontarla.Comunque una buona sintesi di argomenti non fa mai male. Si passa poi all'approfondimento del caso. Bravi come sempre! Complimenti!

Thomas Lago di Breton Spa

Webinar interessante,esposizione chiara e molto dettagliata, relatori molto competenti. Un'esperienza sicuramente positiva e molto apprezzata dal team di progettazione meccanica Breton. Cordiali saluti e grazie

Marinka Frigo di System Ceramics Spa

Abbinamento Quadra-SMC ha permesso di dare un quadro molto chiaro della problematica, sicuramente da approfondire ma già ben tracciato. Utili gli esempi pratici

Matteo Cargasacchi di Costacurta Vico Spa

Il webinar è stato molto interessante, in particolar modo l'esempio pratico di progettazione di un impianto pneumatico atto alla dissipazione delle energie residue e all'attivazione di un movimento di salvaguardia

Michela Sofia di Testing Technolgies Srl

Il webinar è stato interessante e ben strutturato. Ho trovato molto formativa la parte in cui si trattava un esempio pratico. Apprezzo molto la possibilità di scaricare il materiale della presentazione, per poterlo riutilizzare quando se ne ha la necessità. Vi ringrazio per l'attività offerta e rimango in attesa dei prossimi webinar d'autunno

Matteo Polo di Osram Spa

Di assolutamente positivo che per ogni argomentazione c'è scritto la norma a cui si fa riferimento e la possibilità di ricevere le slide. Essendoci vari relatori sono stati molto bravi a non ripetersi

Stefano Maioli di Elettronica Sammarinese del gruppo SCM 

Positivo, perchè ha approfondito un argomento che mi stava a cuore.

Webinar “Stima del PL e principio di attivazione dell’energia” Leggi tutto »

Webinar Quadra – SMC “Aspetti di sicurezza correlati agli equipaggiamenti pneumatici”

Logo smc

Gli equipaggiamenti pneumatici svolgono un ruolo fondamentale nella gestione della sicurezza delle macchine e la loro progettazione deve tenere in considerazione tutti gli aspetti relativi ai rischi ad essi correlati.

Un aspetto peculiare riguarda eventuali misure di salvaguardia da adottare a seguito dell’azionamento di un dispositivo di sicurezza (ad esempio un comando di arresto di emergenza), come il distanziamento di due rulli controrotanti.

Per l’arresto di emergenza, tale eventualità è contemplata al punto 4.1.1.5 della norma UNI EN ISO 13850:2015 ed è di non semplice attuazione prevedendo l’attivazione di movimenti in condizioni di sicurezza.

Un altro elemento essenziale da valutare è l’isolamento delle alimentazioni esterne e la dissipazione dell’eventuale energia residua, caso molto frequente negli equipaggiamenti pneumatici.

Il fabbricante della macchina dovrà dotarla di tutti i mezzi necessari per il sezionamento delle energie pericolose e per la dissipazione o il contenimento delle energie rimanenti dopo l’isolamento delle alimentazioni e dovrà descrivere dettagliatamente le procedure relative nel manuale di istruzioni.

Nel corso del webinar verranno illustrati esempi pratici di circuiti di comando pneumatici che consentono di implementare misure di salvaguardia e gestire in modo sicuro le energie pericolose, analizzando le norme tecniche di riferimento

 

WEBINAR “Aspetti di sicurezza correlati agli equipaggiamenti pneumatici: misure di salvaguardia e gestione delle energie pericolose – 15 luglio 2020, ore 15:00

Ore 15:00
  • Misure di salvaguardia da adottare a seguito dell’azionamento di un dispositivo di sicurezza (ad esempio distanziamento di due rulli controrotanti)
  • Accorgimenti progettuali da adottare per permettere l’isolamento dalle alimentazioni esterne e la dissipazione delle energie residue in accordo alla norma UNI EN ISO 14118:2018 (armonizzata alla direttiva macchine 2006/42/CE)
  • Indicazioni da riportare nelle istruzioni per l’uso, in accordo alla norma UNI EN ISO 20607:2019, per poter implementare le procedure LOTO (Lockout/Tagout)
Ore 16:15 Spazio per domande e risposte
Ore 16:30  Conclusione

Relatori:

Ernesto Cappelletti – Quadra S.r.l.

Angelo Maggioni – Quadra S.r.l.

Maria Toti  – SMC Italia S.p.A.

Silvio Avarino – SMC Italia S.p.A.

I seminari e webinar sulla sicurezza delle macchine sono organizzati a titolo completamente gratuito, a fini commerciali e promozionali, per progettisti, addetti all'ufficio tecnico, manutentori, RSPP  dipendenti di  aziende produttive o di progettazione. 

Sono i benvenuti funzionari ASL, ATS, INAIL, ed enti pubblici con finalità simili.

Consulenti e liberi professionisti possono invece iscriversi ai nostri corsi a pagamento.

Su richiesta, verrà fornito ai partecipanti un Attestato di Partecipazione emesso da Quadra Srl, Ente Accreditato per la Formazione da Regione Lombardia. 

Sicurezza circuiti pneumatici corso
Sicurezza circuiti pneumatici corso 3

Leggi i pareri dei partecipanti al WEBINAR 

Dario Sanini di Bottero Spa

La tematica dei componenti pneumatici aventi funzioni di sicurezza è molto ampia.In un'ora e mezza diventa difficile affrontarla.Comunque una buona sintesi di argomenti non fa mai male. Si passa poi all'approfondimento del caso. Bravi come sempre! Complimenti!

Thomas Lago di Breton Spa

Webinar interessante,esposizione chiara e molto dettagliata, relatori molto competenti. Un'esperienza sicuramente positiva e molto apprezzata dal team di progettazione meccanica Breton. Cordiali saluti e grazie

Marinka Frigo di System Ceramics Spa

Abbinamento Quadra-SMC ha permesso di dare un quadro molto chiaro della problematica, sicuramente da approfondire ma già ben tracciato. Utili gli esempi pratici

Matteo Cargasacchi di Costacurta Vico Spa

Il webinar è stato molto interessante, in particolar modo l'esempio pratico di progettazione di un impianto pneumatico atto alla dissipazione delle energie residue e all'attivazione di un movimento di salvaguardia

Michela Sofia di Testing Technolgies Srl

Il webinar è stato interessante e ben strutturato. Ho trovato molto formativa la parte in cui si trattava un esempio pratico. Apprezzo molto la possibilità di scaricare il materiale della presentazione, per poterlo riutilizzare quando se ne ha la necessità. Vi ringrazio per l'attività offerta e rimango in attesa dei prossimi webinar d'autunno

Matteo Polo di Osram Spa

Di assolutamente positivo che per ogni argomentazione c'è scritto la norma a cui si fa riferimento e la possibilità di ricevere le slide. Essendoci vari relatori sono stati molto bravi a non ripetersi

Stefano Maioli di Elettronica Sammarinese del gruppo SCM 

Positivo, perchè ha approfondito un argomento che mi stava a cuore.

Webinar Quadra – SMC “Aspetti di sicurezza correlati agli equipaggiamenti pneumatici” Leggi tutto »

La norma UNI EN ISO 14118:2018 sull’avvio inatteso: il LOTO stile ISO

La nuova norma UNI EN ISO 14118:2018 sull’avvio inatteso si può quasi definire “il LOTO stile ISO”.

Le procedure di lockout/tagout (LOTO) rappresentano la metodologia più diffusa per effettuare l’isolamento sicuro delle fonti di alimentazione di una macchina e permettono di elevare il livello di sicurezza nella manutenzione, ordinaria e straordinaria, mediante il controllo dell’energia pericolosa.

Il requisito essenziale di sicurezza e di tutela della salute 1.6.3 della direttiva macchine 2006/42/CE richiede infatti che tutte le fonti di alimentazione di energia, di cui è dotata una macchina, siano isolabili, in modo da poter eseguire interventi in condizioni di sicurezza.

Anche la norma ANSI/ASSE Z244.1 ed il regolamento OSHA 29 CFR 1910.147 stabiliscono i requisiti minimi per il controllo dell’energia pericolosa, ne segue che i datori di lavoro sviluppino ed applichino programmi e procedure di lockout/tagout (LOTO) applicabili alle macchine e attrezzature nelle loro strutture.

Le procedure per il controllo delle fonti di energia si applicano a tutte le fonti di energia pericolose presenti, tra cui l’energia elettrica, meccanica, idraulica, pneumatica, potenziale, chimica, termica.

Per garantire la sicurezza delle persone presenti all’interno delle zone pericolose, ad esempio per operazioni di manutenzione, è necessario che gli elementi pericolosi a cui sono esposti non possano avviarsi in modo inatteso.

A tale scopo bisogna tenere in considerazione sia gli elementi che possono generare pericoli di natura meccanica, ad esempio organi in movimento, che altre potenziali fonti di pericolo, quali ad esempio i laser.

La nuova norma UNI EN ISO 14118 (maggio 2018): “Sicurezza del macchinario – Prevenzione dell’avviamento inatteso” — che ha sostituito la norma UNI EN 1037:2008 — è di fondamentale importanza per questo aspetto, in quanto definisce indicazioni sulla scelta e l’attuazione delle misure per impedire che elementi pericolosi delle macchine possano avviarsi in modo inatteso, mettendo in pericolo le persone esposte.

Uno degli scopi fondamentali della norma è fornire indicazioni per effettuare l’isolamento e la dissipazione dell’energia, ovvero per mettere in atto un procedimento costituito da tutte quattro le azioni seguenti:

a) isolare (sezionare, separare) la macchina (o parti definite della macchina) da tutte le fonti di energia;

b) bloccare (o assicurarsi altrimenti), se necessario (ad esempio, quando l’operatore non è in grado, da qualsiasi posto in cui si trovi, di controllare che l’alimentazione rimanga sezionata), tutti i dispositivi di sezionamento in posizione “isolata”;

c) dissipare o trattenere (contenere) qualsiasi tipo di energia immagazzinata che possa causare un pericolo;

d) verificare mediante un procedimento di lavoro sicuro (ad esempio per mezzo di misurazioni) che le azioni intraprese secondo i punti a), b) e c) abbiano prodotto l’effetto desiderato

L’energia può essere immagazzinata per esempio in:

  • parti meccaniche che continuano a muoversi per inerzia;
  • parti meccaniche suscettibili di muoversi per gravità;
  • condensatori, accumulatori;
  • fluidi sotto pressione;
  • molle

Le misure necessarie per prevenire l’avviamento inatteso devono essere identificate per mezzo della valutazione dei rischi.

Le procedure per prevenire l’avvio inatteso devono essere descritte nel manuale di istruzioni e/o in avvertimenti posti sulla macchina stessa, con riferimento alle attività da eseguire sulla macchina, quali ad esempio:

  • ispezioni;
  • azioni correttive (sbloccaggio, ecc.);
  • impostazioni, regolazioni;
  • carico/scarico manuale;
  • cambio di utensili;
  • lubrificazione;
  • pulizia;
  • messa fuori servizio;
  • piccola manutenzione/riparazioni;
  • diagnosi, prove;
  • attività sui circuiti di potenza;
  • manutenzione pesante (attività che richiedono smontaggi significativi).

La norma UNI EN ISO 14118:2018 sull’avvio inatteso contiene, tra le altre, indicazioni relative a:

  • dispositivi per l’isolamento dalle fonti di energia;
  • dispositivi di bloccaggio;
  • dispositivi di dissipazione o di trattenuta (contenimento) dell’energia immagazzinata;
  • segnalazione e avvertimento (avvio ritardato);
  • prevenzione dell’avviamento inatteso al ripristino di qualsiasi alimentazione di energia.

La norma UNI EN ISO 14118:2018 sull’avvio inatteso: il LOTO stile ISO Leggi tutto »

Torna in alto