marchio CE

Marchio CE: simbolo, dimensioni, norme e come ottenerlo

marchio CE
[code_snippet id=10]

L'immagine dell'articolo è un marchio CE originale, simbolo grafico della marcatura CE.

Qualcuno in rete cerca "Logo CE" ma non si tratta di un logo, che è la rappresentazione grafica del nome di un prodotto o un'azienda; la definizione corretta è marchio CE ed è un simbolo con un valore di legge.

Questo è il marchio CE che il fabbricante deve apporre sul prodotto per attestarne, in modo facilmente riconoscibile da parte dell'acquirente, la conformità alle direttive comunitarie ad esso applicabili.

L'apposizione della marcatura CE significa che il prodotto è conforme a tutte le direttive in cui ricade che prevedono tale marcatura, come indicato dal paragrafo 4 dell'articolo 5 della direttiva 2006/42/CE:

Qualora le macchine siano disciplinate anche da altre direttive relative ad aspetti diversi e che prevedono l'apposizione della marcatura «CE», questa marcatura indica ugualmente che le macchine sono conformi alle disposizioni di queste altre direttive.

Qualora alcune direttive applicabili al prodotto siano nel periodo transitorio — ovvero il fabbricante abbia la possibilità di applicare o meno tali direttive — l'indicazione di quali direttive sono state effettivamente applicate deve essere riportata  nella dichiarazione CE di conformità (paragrafo 4 dell'articolo 5):

Tuttavia, nel caso in cui una o più di dette direttive lascino al fabbricante o al suo mandatario la facoltà di scegliere il regime da applicare durante un periodo transitorio, la marcatura «CE» indica la conformità soltanto alle disposizioni delle direttive applicate dal fabbricante o dal suo mandatario. I riferimenti delle direttive applicate devono essere indicati, nella forma in cui sono pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea, nella dichiarazione CE di conformità.

Simbolo del marchio CE: come deve essere

Il simbolo CE da utilizzare per la marcatura è quello mostrato in figura.

Le dimensioni del simbolo CE

Le proporzioni del simbolo devono sempre essere rispettate in caso di ingrandimento o riduzione dello stesso e la dimensione minima del marchio ce verticale non deve essere inferiore a 5 mm (si può derogare a questa dimensione minima solamente nel caso di macchine di piccole dimensioni).

Chi appone il marchio CE?

Il marchio CE viene apposto sulla macchina dal fabbricante della stessa.

Il marchio CE: può essere modificato?

La marcatura CE non può essere modificata dal punto di vista grafico; il fabbricante, per esempio, non deve fondere la grafica della marcatura con il suo marchio commerciale (LOGO), né circondarla delle stelle del simbolo comunitario o altro.

Dove deve essere posto il simbolo CE

La direttiva 2006/42/CE prescrive inoltre:

  • che la marcatura CE sia apposta nelle immediate vicinanze del nome del fabbricante o del suo mandatario usando la stessa tecnica (per esempio se il nome del fabbricante è serigrafato oppure inciso dovrà esserlo anche la marcatura CE);
  • se è stata applicata la procedura di garanzia qualità totale la marcatura CE deve essere seguita dal numero di identificazione dell'organismo notificato.

La richiesta dell'apposizione della marcatura CE nelle vicinanze del nome del fabbricante della macchina va nella direzione di contribuire a identificare la marcatura CE propria della macchina; infatti, poiché la marcatura CE è prevista da numerose direttive che si applicano a componenti utilizzati nella fabbricazione della macchina — per esempio dalla direttiva bassa tensione applicabile a numerosi componenti usati per realizzare l'equipaggiamento elettrico della macchina — questa figurerà su parecchi pezzi e ciò può generare confusione.

Lingua della targa CE con il marchio 

Contrariamente a quanto avviene per il manuale d'uso e manutenzione, che deve essere dato nella lingua dell'operatore, la targa con il marchio CE può essere in una  lingua qualsiasi della comunità europea.

Il paragrafo §250 (“Marking of machinery”) delle linee guida alla direttiva macchine 2006/42/CE (edizione 2.2, ottobre 2019) infatti riporta quanto segue:

(…) The language requirements set out in section 1.7.1 do not apply to the particulars referred to the in first paragraph of section 1.7.3. However, these particulars should be written in one of the official EU languages.

Come si fa ad avere il marchio CE?

Il marchio CE è solo "la ciliegina sulla torta" di un processo che assicura che la macchina sia sicura e conforme a tutte le direttive applicabili.

Il percorso è spiegato in tutte le sue fasi in questo video del nostro canale YouTube, al quale ti raccomando di iscriverti se vuoi conoscere molti dettagli del processo di marcatura CE delle tue macchine.

Quanto costa ottenere il marchio CE?

Per le macchine che non richiedono l'intervento di un organismo notificato per la marcatura CE, il marchio CE ha il costo della targhetta da mettere sulla macchina, qualche euro diciamo.

Quello che costa è il processo per arrivare ad apporre in tranquillità la targa CE sulla macchina, perché, come detto sopra, l'apposizione della targa è la ciliegina sulla torta che conferma che:

  • la macchina è stata correttamente inquadrata secondo la direttiva macchine;
  • sono state individuate le eventuali norme specifiche applicabili;
  • la macchina è sicura;
  • è stata effettuata la valutazione dei rischi, individuati eventuali rischi residui e definito come gestirli;
  • è stato costituito il fascicolo tecnico;
  • sono stati stimati i PL dei circuiti di comando con funzioni di sicurezza;
  • sono state effettuate le prove richieste dalla direttiva macchine;
  • è stato redatto il manuale di istruzioni;
  • ecc...

Tutto questo processo costa, sia se effettuato con risorse interne dell'azienda costruttrice della macchina — che devono essere adeguatamente formate — sia se realizzato con risorse esterne, ad esempio una società di consulenza specializzata come noi.

Il costo della consulenza di una marcatura ce dipende dalla complessità della macchina.

Norma CE

Per la marcatura CE ci vengono in aiuto le norme tecniche.

Le norme sono documenti emessi da organismi di diritto privato nazionali o sovranazionali allo scopo di definire determinate caratteristiche dei prodotti che ne consentano un’uniformazione sotto vari punti di vista.

Se sono armonizzate, rispettarle costituisce una presunzione di conformità alle direttive.

Se vuoi approfondire la tua conoscenza sulle norme armonizzate, e norme di tipo A,B e C, troverai qui un intero articolo dedicato.

Se vuoi avere un preventivo per l'assistenza in tutte le fasi per la marcatura CE, scrivici o chiamaci, ne discuteremo insieme cercando il percorso più snello, ma accurato, per le tue esigenze.

Se invece vuoi formarti sull'argomento, in questa pagina troverai moltissimi corsi.

Ti consiglio di iniziare dal corso identificato con il codice  MC32.

Hai un dubbio, un problema o una domanda?

Possiamo fornirti la consulenza di cui hai bisogno anche DA REMOTO

Marchio CE: simbolo, dimensioni, norme e come ottenerlo Leggi tutto »

Il consulente può marcare CE la macchina?

Il fabbricante di una macchina è la persona, fisica o giuridica, che la immette sul mercato o la mette in servizio apponendovi il proprio nome o il proprio marchio.

Non è detto che tale figura coincida con il fabbricante “reale” della macchina: il fabbricante è il soggetto che si assume la responsabilità della conformità della macchina, indipendentemente dal fatto che l’abbia progettata e/o costruita.

Chi è il fabbricante della macchina?

Sulla figura del fabbricante, la guida all’applicazione della direttiva macchine precisa (§79 Who is the manufacturer?):

The process of design and construction of machinery or partly completed machinery may involve several individuals or companies, but in this case one of them must take the responsibility, as the manufacturer, for the conformity of the machinery or partly completed machinery with the Directive. However, the term manufacturer in this Directive also can apply to other persons who have the responsibilities for conformity assessment and CE marking […].

Il fabbricante degli insiemi di macchine

Nel caso, molto comune, di insiemi di macchine realizzati con unità (macchine e/o quasi-macchine) di differenti fornitori, il fabbricante dell’insieme può essere il fornitore di una delle unità, l’utilizzatore o un soggetto terzo (ad esempio una società di consulenza).

A questo proposito la guida all’applicazione della direttiva macchine specifica:

  • 79 Usually, the elements constituting an assembly of machinery are supplied by different manufacturers, however one person must assume the responsibility for the conformity of the assembly as a whole. This responsibility can be assumed by the manufacturer of one or more of the constituent units, by a contractor or by the user.

Infatti, come già detto più sopra, il fabbricante è colui che si assume la responsabilità della conformità dell’insieme di macchine ai requisiti della direttiva e può essere qualunque soggetto che disponga di sufficienti informazioni e controllo sulla realizzazione dell’insieme di macchine per essere in grado di assolvere a tale compito.

Sempre la guida all’applicazione della direttiva macchine chiarisce bene questo concetto:

  • 79 […] the person who assumes the legal responsibility for the conformity of the machinery […] must ensure sufficient control over the work of his suppliers and sub-contractors and possess sufficient information to ensure that he is able to fulfil all his obligations under the Directive as set out in Article 5 […].

 

Quindi, una società di consulenza che marchi CE un insieme di macchine a nome proprio dovrà disporre di tutte le informazioni necessarie per accertarsi che l’insieme soddisfi tutti i requisiti applicabili della direttiva macchine e dovrà avere sufficiente controllo sulla realizzazione dell’insieme per poter decidere quali misure di sicurezza dovranno essere adottate affinché la conformità ai requisiti legali sia assicurata.

targa marcatura CE

Il consulente può marcare CE la macchina? Leggi tutto »

Torna in alto