Corso “I circuiti di comando con funzione di sicurezza: applicazione pratica delle UNI EN ISO 13849-1 e UNI EN ISO 13849-2 & utilizzo software Sistema – edizione 2023”

Il corso MC51 ha un taglio pratico e fornisce tutti gli strumenti necessari per la progettazione dei circuiti di comando aventi funzioni di sicurezza e per la loro validazione. È pensato per progettisti esperti di macchine o consulenti del settore sicurezza macchine ed è organizzato su 2 giornate consecutive.

La prima giornata è dedicata alla teoria, è basata sulla nuova edizione 2023 della norma UNI EN ISO 13849-1, e può essere seguita anche singolarmente, come aggiornamento per chi ha già fatto il corso completo  sulla versione precedente della norma. In questo caso il corso  è identificato dal codice MC52 nell’app di prenotazione.

Nella seconda giornata di corso vengono  analizzate, in dettaglio, le modalità di utilizzo del software Sistema per la stima dei livelli di prestazione (PL), tramite lavoro individuale e di gruppo, su esempi applicativi.

Obiettivi del corso

 

Fornire una conoscenza sulle modalità di gestione degli aspetti legati alla sicurezza dei sistemi di comando, con particolare riferimento al loro comportamento in caso di guasto in accordo con i requisiti delle norme UNI EN ISO 13849-1 (edizione 2023) e UNI EN ISO 13849-2.

Il corso ha un taglio prettamente pratico e fornisce tutti gli strumenti necessari alla progettazione dei circuiti di comando aventi funzioni di sicurezza ed alla loro validazione.

A chi si rivolge

Progettisti e personale tecnico di fabbricanti di macchine, automazione industriale e componenti di sicurezza che rientrano nel campo di applicazione della direttiva macchine.

Contenuto ed argomenti

Prima giornata:

  • Requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute della direttiva 2006/42/CE e del regolamento (UE) 2023/1230 pertinenti
  • Campo di applicazione della norma UNI EN ISO 13849-1
  • Confronto tra le norme UNI EN ISO 13849-1 e CEI EN IEC 62061
  • La valutazione dei rischi e le funzioni di sicurezza
  • Livello di prestazione richiesto (PLr)
  • Procedura semplificata per la stima del PL
  • Tempo medio al guasto pericoloso (MTTFD)
  • Copertura diagnostica (DC)
  • Mascheramento avarie dispositivi di interblocco (rapporto tecnico ISO/TR 24119)
  • Avarie ed esclusione delle avarie
  • Architetture predefinite (categorie B, 1, 2, 3, 4)
  • Combinazione di sottosistemi
  • Determinazione di PL e PFH senza MTTFD
  • Guasti da causa comune (CCF)
  • Guasti sistematici
  • Cenni ai requisiti del software legato alla sicurezza
  • Cenni alla validazione
  • Documentazione e informazioni per l’uso
  • Esempi di stima del PL

Secondo giornata:

  • Strumenti informatici per la stima del PL: il software SISTEMA
  • La modellizzazione dei circuiti di comando in SISTEMA
  • Uso delle librerie dei componenti
  • Esercitazioni su circuiti di comando elettrici, pneumatici ed oleoidraulici

 

Prerequisiti

Conoscenza base delle tecniche di realizzazione dei circuiti di comando delle macchine.

Durata

Una giornata di corso teorico più una seconda giornata di esercitazioni pratiche sull’utilizzo del software SISTEMA per la valutazione del PL di circuiti di comando aventi funzioni di sicurezza.

Materiale didattico

Dispensa sugli argomenti presentati

Note

Per la seconda giornata il partecipante deve essere dotato di PC con installato il software Sistema che può essere scaricato da www.dguv.de/ifa/Praxishilfen/Software/SISTEMA/index-2.jsp

I circuiti di comando aventi funzioni di sicurezza: applicazione pratica delle norme UNI EN ISO 13849-1 e UNI EN ISO 13849-2 e utilizzo del software sistema – Aggiornato con l’edizione 2023

Torna in alto