Procedure di lockout/tagout

Le procedure di lockout/tagout sono la metodologia più diffusa per effettuare l'isolamento sicuro delle fonti di alimentazione delle macchine e permettono di elevare il livello di sicurezza nella manutenzione, ordinaria e straordinaria, mediante il controllo delle energie pericolose.

Il requisito essenziale di sicurezza e di tutela della salute 1.6.3 della direttiva macchine 2006/42/CE richiede infatti che tutte le fonti di alimentazione di energia, di cui è dotata una macchina, siano isolabili, in modo da poter eseguire interventi in condizioni di sicurezza.

Anche la norma ANSI/ASSP Z244.1 ed il regolamento OSHA 29 CFR 1910.147 stabiliscono i requisiti minimi per il controllo delle energie pericolose.

Esse richiedono che i datori di lavoro sviluppino ed attuino programmi e procedure di lockout/tagout applicabili alle macchine ed attrezzature nelle loro strutture (LOTO).

Definizione di Lockout/Tagout (LOTO)

Lockout/Tagout è semplicemente un acronimo definito nella norma ANSI/ASSP Z244.1:

  • Lockout: The placing of a lock and tag or an identifiable lock on the energy-isolating device.
  • Tagout: A means to prevent the inadvertent re-energization of machinery or equipment using a tag securely fastened to an energy-isolating device.

Procedura di Lockout/Tagout 

Cosa è ed a cosa si applica una procedura LOTO?

Le procedure di lockout/tagout definiscono modalità operative per:

  • individuare le fonti di energia presenti che possono costituire un pericolo per le persone;
  • determinare i dispositivi per effettuare il sezionamento di queste fonti di energia;
  • bloccare i dispositivi di sezionamento in modo che l'energia non possa essere ripristinata inaspettatamente;
  • identificare eventuale energia potenziale accumulata (ad esempio elementi che rimangono in pressione anche dopo l'isolamento delle fonti di energia esterne) e la definire le modalità per il loro contenimento o rilascio sicuro;
  • definire i procedimenti per accertarsi dell'effettiva assenza di energie che possono essere rilasciate.

Le procedure per il controllo delle fonti di energia si applicano a tutte le fonti di energia pericolose presenti, tra cui, ad esempio, energia elettrica, meccanica, idraulica, pneumatica, elastica, chimica, termica.

Normativa Lockout/Tagout

In Quadra Srl  ci occupiamo di sviluppare, e fornire assistenza per l’attuazione in azienda, delle procedure di lockout/tagout, in conformità con quanto indicato dalle norme:

  • ANSI/ASSP Z244.1-2016 (R2020) The Control Of Hazardous Energy Lockout, Tagout And Alternative Methods
  • UNI EN ISO 14118:2018 Sicurezza del macchinario - Prevenzione dell'avviamento inatteso

e dal regolamento OSHA 29 CFR 1910.147.

Esempio di procedura LOTO Lockout/Tagout

Un esempio di procedura LOTO coerente con le indicazioni della norma ANSI/ASSP Z244.1 può essere:

  • notificare a tutte le persone esposte che avrà luogo un evento LOTO e per quale motivo;
  • spegnere la macchina seguendo la normale procedura di arresto;
  • isolare le alimentazioni;
  • applicare i dispositivi di blocco dei sezionatori;
  • rilasciare o contenere l’energia residua immagazzinata potenzialmente pericolosa;
  • verificare che effettivamente non ci siano energie residue.

Perché attuare in azienda le procedure di lockout/tagout?

L'obiettivo è di elevare gli standard di sicurezza aziendali, soprattutto in relazione agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sulle macchine.

Possiamo aiutare le aziende a raggiungere questo obiettivo fornendo la valutazione in fabbrica dei rischi causati dalle fonti di energia delle macchine e la preparazione della documentazione a riguardo.

Infine, possiamo istruire, con formazione dedicata, gli addetti alle macchine su come seguire le correttamente le procedure di lockout/tagout, prima dell'inizio degli interventi sulle macchine,  per assicurare che non sia presente nessun tipo di energia pericolosa, sia essa proveniente da fonti esterne oppure accumulata in elementi della macchina.

Scroll to Top