Cybersafety nelle Macchine: avviata la nuova prassi di Riferimento

Cybersafety nelle Macchine: avviata la nuova prassi di Riferimento

Riportiamo di seguito una notizia da UNI perché parteciperemo al tavolo di lavoro sulla cybersecurity applicata alle macchine tramite il nostro direttore tecnico, Ing. Ernesto Cappelletti .

"Senza dubbio, il digitale si è rivelato una risorsa di inestimabile valore in vari ambiti della nostra società, dall'ambito personale a quello dei servizi pubblici, dal mondo del lavoro ai sistemi sanitari. La transizione digitale ha contribuito a colmare lacune e migliorare le prestazioni in questi settori, ma ha anche portato con sé i rischi di un mondo sempre più interconnesso.

Parliamo degli attacchi informatici, che negli ultimi conflitti internazionali hanno preso di mira le istituzioni più elevate, ma che possono altrettanto coinvolgere i sistemi produttivi, come quelli delle macchine utilizzate sul luogo di lavoro. La manipolazione di queste macchine può mettere a rischio la salute e l'incolumità delle persone.

Per affrontare questa sfida, è stato istituito in UNI un Tavolo di Lavoro incaricato della redazione di una nuova prassi di riferimento denominata "Linea Guida sulla Cybersafety Applicabile al Settore delle Macchine".
Questa prassi dovrà identificare le potenziali minacce cibernetiche (o più in generale, di sicurezza informatica) sui beni strumentali, affiancando i rischi più tradizionali, come quelli elettrici, meccanici o da sostanze chimiche.

Inoltre, fornirà indicazioni per l'applicazione della norma UNI ISO 31000:2018 per l'identificazione dei rischi correlati e l'attuazione di misure di mitigazione a livello di regolamentazione delle macchine (dal lato del fabbricante), le quali avranno un impatto diretto sulla salute e sicurezza sul luogo di lavoro.

Federmacchine collaborerà con l'UNI nella redazione di questa prassi".

 

Articoli correlati

Torna in alto