UNI PdR151:2023: specialista sicurezza macchine

UNI/PdR 151:2023

La prassi di riferimento UNI/PdR 151:2023 rappresenta un passo significativo nell'ambito della sicurezza delle macchine in Italia, delineando i requisiti fondamentali per lo specialista in sicurezza delle macchine.

UNI/PdR 151:2023: profilo professionale dello specialista in sicurezza delle macchine

La prassi di riferimento è stata elaborata dal Tavolo "Machinery Safety Specialist" condotto da UNI e costituito da un gruppo di lavoro coordinato dal nostro responsabile tecnico ing. Ernesto Cappelletti. 

Il documento stabilisce i requisiti che riguardano l'attività dello specialista in sicurezza delle macchine, un esperto nell'applicazione dei criteri di sicurezza previsti dalla legislazione europea sulle macchine e da altre normative europee sui prodotti, qualora applicabili.

Questi requisiti coprono le fasi di progettazione, fabbricazione, valutazione di conformità e documentazione di prodotti.

Regolamento per la certificazione del personale

La qualifica prevede 2 figure:

  • lo Specialista in sicurezza delle macchine base
  • lo Specialista in sicurezza delle macchine avanzato

Per poter assolvere ai compiti, ed alle attività specifiche previste, gli specialisti in sicurezza delle macchine base e avanzato devono possedere le conoscenze e le abilità elencate nel Prospetto 1 della prassi.

Domanda ed esame di certificazione

I requisiti per l’accesso al processo di valutazione della conformità  presso un organismo di certificazione sono descritti nel Prospetto A.1 del documento.

Sono previsti requisiti relativi all’apprendimento formale e requisiti relativi all’apprendimento non formale e informale.

Specialista in sicurezza delle macchine base

In particolare, per la figura dello Specialista in sicurezza delle macchine base è richiesta la frequenza e il superamento di uno o più percorsi formativi della durata minima di 16 ore ciascuno per un totale di 44 ore teoriche.

Inoltre, il candidato deve effettuare:
– 480 ore di tirocinio pratico specifico
o in sostituzione:
– comprovata esperienza nelle attività di progettazione, fabbricazione, valutazione di conformità e documentazione di macchine e consulenza o ricerca applicata di cui ai contenuti della prassi di riferimento per almeno 1 anno non necessariamente continuativo ma comunque negli ultimi 2 anni.

Specialista in sicurezza delle macchine avanzato

Per la figura dello Specialista in sicurezza delle macchine avanzato, (che possiede già la certificazione di specialista in sicurezza delle macchine base in corso di validità), è richiesta la frequenza e superamento di uno o più percorsi formativi della durata minima di 8 ore ciascuno per un totale di 28 ore teoriche.

Inoltre, il candidato deve dimostrare una comprovata esperienza nelle attività di progettazione, fabbricazione, valutazione di conformità e documentazione di macchine e consulenza o ricerca applicata di cui ai contenuti della prassi di riferimento per almeno 4 anni non necessariamente continuativi ma comunque negli ultimi 8 anni.

Formazione necessaria per l'apprendimento formale 

Quadra Srl ha già attivato i due percorsi di formazione in conformità ai requisiti specificati nella UNI/PdR 151:2023 con docenti qualificati secondo i requisiti della prassi di riferimento

Abbiamo deciso di configurare il percorso per Specialista in sicurezza delle macchine base di 48 ore, e non 44, per garantire al candidato la preparazione necessaria ad operare al meglio.

I corsi che rispettano i requisiti della prassi sono identificati dall'apposita icona nella pagina calendario corsi.

La formazione deve essere effettuata garantendo almeno l’80% delle ore come formazione diretta in presenza ed il resto comunque in modalità di apprendimento sincrono.

 

Percorso Formazione Specialista in sicurezza delle macchine base -  48 ore:

Percorso Formazione Specialista in sicurezza delle macchine avanzato - 68 ore:

Requisiti per gli organismi di formazione e di certificazione

La prassi di riferimento prevede dei requisiti sia per gli organismi che si occuperanno della formazione dei candidati che per gli enti che  si occuperanno dell'esame del candidato e dalla certificazione del percorso.

Per gli organismi di formazione:
- il personale che eroga formazione deve avere comprovata esperienza nei temi trattati dalla prassi di riferimento per almeno 7 anni.

Per gli organismi di certificazione:
- il personale che partecipa al processo di esame secondo il punto 9.3 della UNI CEI EN ISO/IEC 17024 deve avere comprovata esperienza nei temi trattati dalla prassi di riferimento per almeno 7 anni;
- il personale che partecipa al processo di delibera secondo il punto 9.4 della UNI CEI EN ISO/IEC 17024 deve avere comprovata esperienza nei temi della sicurezza delle macchine per almeno 2 anni e conoscenza della normativa di certificazione delle figure professionali in questo ambito.
L’organismo di certificazione deve operare in conformità alla UNI CEI EN ISO/IEC 17024 ed in particolare i rapporti fra organismo di formazione e organismo di certificazione devono rispondere al punto 5.2 della UNI CEI EN ISO/IEC 17024.

Torna in alto