Blog

Conferenza Europea sulla Sicurezza e l’Affidabilità (ESREL) 2024

La Conferenza Europea sulla Sicurezza e l'Affidabilità (ESREL) 2024 è un evento chiave nel campo della sicurezza, dell'affidabilità e della gestione del rischio.

Ernesto Cappelletti  di Quadra S.r.l. è  presente assieme a Luca Landi, Enrico Annacondia, Giorgio Caramori e Federico Dosio con un contributo sulla nuova Prassi di Riferimento (UNI PdR 151:2023), in vigore in Italia, per il Profilo professionale dello specialista in sicurezza delle macchine

La UNI/PdR 151:2023: Profilo professionale dello specialista in sicurezza delle macchine – Requisiti di conoscenza, abilità, autonomia e responsabilità è stata sviluppata in Italia per fornire un punto di riferimento per la professione dello specialista della sicurezza nella progettazione e costruzione di macchinari, una professione che non è regolamentata per legge. Questa PdR si allinea ai "prodotti di normazione europea" secondo il Regolamento UE n. 1025/2012 e copre vari aspetti tra cui quelli giuridici, definizioni rilevanti, conoscenze richieste, competenze, autonomia, responsabilità e criteri per la valutazione della conformità.

La pubblicazione ufficiale di questa PdR (UNI/PdR 151:2023) alla fine del 2023 facilita la creazione di una base comune per la formazione e la validazione delle competenze per lo specialista della sicurezza, inserendosi nel quadro più ampio delle normative professionali dell'Unione Europea. Questo approccio supporta la mobilità lavorativa e contribuisce all'eliminazione delle barriere alla libera circolazione del capitale umano all'interno dell'UE.

Conferenza Europea sulla Sicurezza e l’Affidabilità (ESREL) 2024 Leggi tutto »

Webinar e seminari 2024

Quadra S.r.l,  con i due Tecnici Ernesto Cappelletti e Chiara Capelletti, saranno presenti a diversi Webinar ed eventi sul Nuovo Regolamento Macchine 2024  e sulla sicurezza dei macchinari organizzati con molti partner di Quadra S.r.l. Questa pagina verrà continuamente aggiornata con i nuovi eventi gratuiti in programma

 

WEBINAR e SEMINARI in programma nel 2024

Confindustria Varese - 31 Gennaio 2024

Il webinar - per gli associati di Confindustria Varese - Area Sicurezza sul Lavoro - è sulla sicurezza dei carrelli elevatori - esporrà Ernesto Cappelletti di Quadra Srl

SIEMENS Spa - 26 Marzo 2024

Il webinar, organizzato da Quadra, in collaborazione con Siemens, si svolgerà il 26 marzo alle ore 10.00.

Si parlerà di soluzioni tecniche per affrontare il problema della cybersecurity, argomento trattato anche dal nuovo regolamento macchine

Per maggiori informazioni

webinar Quadra Siemens cybersecurity

Federmacchine - 8 Aprile 2024

Il webinar organizzato da Federmacchine "Direttiva macchine: quanto ne sai?"  si terrà il giorno 8 aprile 2024, dalle ore 14.00 alle ore 16.00.

Infatti, anche se il nuovo Regolamento Macchine è stato emanato a giugno 2023, l'attuale Direttiva Macchine rimarrà in vigore ancora per oltre 3 anni e  tutti i beni strumentali che saranno immessi sul mercato in questo periodo dovranno essere ancora dichiarati conformi alla Direttiva stessa.

La conoscenza della Direttiva macchine è quindi fondamentale, sia per i produttori di beni strumentali e loro componenti, nonché di robot e altre "quasi macchine", al fine di essere in grado di apporre
correttamente il cosiddetto "Marchio CE" fino al 2027.  Il webinar affronterà le problematiche di cui sopra con particolare riferimento ai dubbi applicativi sulla direttiva macchine

Relatori:
Bruno Bettelli – Presidente FEDERMACCHINE
Giorgio Caramori – Studio Legale De Capoa e Associati – Esperto FEDERMACCHINE
Ernesto Cappelletti – Responsabile Tecnico di Quadra Srl - Esperto FEDERMACCHINE
Federico Dosio – Industrial Consultant Automation Designer - Esperto FEDERMACCHINE
Luca Landi - Università di Perugia – Esperto FEDERMACCHINE
Vincenzo Delacqua - ICIM
Enrico Annacondia - FEDERMACCHINE
Luciano Di Donato - INAIL
Fabiola Leuzzi - CONFINDUSTRIA
Vincenzo Belletti – CECIMO

Clicca qui per la partecipazione

 

Università degli studi di Bergamo - 20 Maggio 2024

il 20 Maggio 2024 è in programma il seminario sulla sicurezza degli impianti industriali.

Ernesto Cappelletti sarà presente con l'intervento sul come progettare una macchina sicura, la direttiva macchine e le norme di riferimento.
Di seguito è riportato il programma

Tritecnica S.p.A - 12 Giugno 2024

Il 12 giugno 2024 è in programma dalle ore 10:30 un webinar con Tritecnica S.p.A. che riguarderà i requisiti di sicurezza dei carrelli industriali senza guidatore a bordo (AGV).

Nel nuovo regolamento macchine (UE) 2023/1230 sono stati introdotti numerosi requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute riguardanti le macchine mobili, con particolare riferimento a quelle dotate di modalità di funzionamento autonome, a cui saranno soggetti anche i carrelli industriali senza guidatore a bordo. 

Questa tipologia di macchine è sempre più diffusa negli ambienti industriali ed è quindi necessario che sia i carrelli, che l’ambiente nel quale sono destinati ad operare e le macchine con le quali si interfacciano rispettino precisi requisiti di sicurezza.

A questo scopo, è stata recentemente pubblicata la norma UNI EN ISO 3691-4:2023 che fornisce indicazioni fondamentali per la progettazione e fabbricazione dei carrelli e per la preparazione delle zone in cui andranno ad operare.

Nel corso del webinar si analizzeranno i nuovi requisiti di sicurezza del regolamento (UE) 2023/1230 e si farà una panoramica del contenuto della norma UNI EN ISO 3691-4:2023.

Webinar tritecnica 2024

Webinar e seminari 2024 Leggi tutto »

Quadra per la scuola: interventi gratuiti per gli Istituti Tecnici Superiori

Nel 2022 abbiamo dato vita ad un progetto di cui abbiamo capito l’importanza nel corso della pandemia, ovvero la formazione degli studenti delle scuole tecniche italiane.

Quadra è una società composta prevalentemente da giovani tecnici e le scuole italiane ci stanno molto a cuore.

Abbiamo quindi pensato di offrire gratuitamente brevi interventi formativi, DA REMOTO, o anche in presenza per gli Istituti del nostro territorio, per parlare agli studenti degli ultimi anni di Sicurezza delle macchine, la nostra specialità.

Gli interventi possono essere concordati con gli insegnanti e comprendere anche argomenti di particolare interesse  per gli studenti.

L' obiettivo è di sensibilizzare gli studenti, futuri tecnici aziendali, sulla sicurezza dei macchinari in fase progettuale e costruttiva - pensando a chi entrerà nel meraviglioso mondo delle costruzioni meccaniche - e sulle problematiche di gestione della sicurezza dei macchinari in uso.

Gli interventi vengono concordati con gli insegnanti e comprendere anche argomenti di particolare interesse per gli studenti.

A fine 2023 ci ha contattato un Istituto Tecnico superiore, di eccellenza per la formazione in tema di automazione industriale, della provincia di Reggio Emilia, chiedendoci di spiegare a tre classi dell’ultimo anno la Direttiva macchine, come evolverà il nuovo Regolamento macchine, di cybersecurity applicata alle macchine ed anche di funzioni di sicurezza e di Performance Level, perché i ragazzi si stanno preparando ad analizzare le funzioni di sicurezza e calcolare i PL.

Questo è il primo video della lezione di circa 2 ore che ha tenuto il nostro tecnico e docente, Ing. Chiara Cappelletti, il 19 gennaio 2024 ai ragazzi dell’istituto di Istruzione Superiore Cattaneo Dall'Aglio di Castelnovo né Monti (RE) in collaborazione con i docenti.

Lo abbiamo intitolato La Direttiva macchine 2006/42/CE spiegata “semplice” per le scuole superiori perché Chiara ha cercato di usare un linguaggio adatto a chi si approccia a questi argomenti. Molti altri video seguiranno sugli specifici argomenti trattarti e richiesti dai docenti.

Troverai gli altri video sul nostro canale YouTube.

Gli studenti degli istituti tecnici superiori italiani possono anche richiedere di partecipare gratuitamente ai nostri corsi da remoto, previo accordo con gli insegnanti responsabili.

 

Se sei uno studente o un insegnante, scrivimi a e.bottura@quadrasrl.net

Quadra per la scuola: interventi gratuiti per gli Istituti Tecnici Superiori Leggi tutto »

Webinar e seminari gratuiti 2023

Quadra S.r.l,  con i due Tecnici Ernesto Cappelletti e Chiara Capelletti, saranno presenti a diversi Webinar ed eventi sul Nuovo Regolamento Macchine 2023 organizzati con molti partner di Quadra S.r.l.

Il 29 giugno 2023 è stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il  nuovo Regolamento macchine (Regulation of the European Parliament and of the Council on machinery), che andrà a sostituire l’attuale direttiva macchine 2006/42/CE.

Il nuovo regolamento macchine entrerà in vigore il ventesimo giorno dopo la sua pubblicazione e verrà applicato dopo 42 mesi dalla data di entrata in vigore, quindi il 20 gennaio 2027; in pari data verrà abrogata l’attuale direttiva 2006/42/CE.

Si avrà quindi la trasformazione della direttiva (atto legislativo dell’Unione europea che prevede un recepimento da parte deli Stati membri) in un regolamento (atto legislativo dell’Unione europea direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri).

 

Ecco l'elenco dei WEBINAR in programma nel 2023

Sono stati organizzati parecchi webinar con diversi partner:

Confindustria Bergamo - 30 Marzo 2023

Il webinar - per gli associati di Confindustria Bergamo - è basato sull’approfondimento delle novità del testo del nuovo regolamento, interverranno Fabiola Leuzzi di Confindustria ed Ernesto Cappelletti di Quadra Srl

 

Assolombarda - 5 Aprile 2023

Il webinar,  dedicato agli associati di  Assolombarda - Confindustria Monza e Brianza, è basato sull’approfondimento delle novità del nuovo regolamento macchine; interverranno Andrea Burlini, Area Salute e Sicurezza sul Lavoro - Assolombarda, Fabiola Leuzzi di Confindustria ed Ernesto Cappelletti di Quadra Srl

Il webinar ha l’obiettivo di avviare il percorso di analisi della importante novità che viene dall’Europa. Il webinar è un'occasione importante di aggiornamento per datori di lavoro di imprese produttrici e/o utilizzatrici di macchine, e per RSPP e HSE manager e vedrà la presenza di esperti di Confindustria e del settore.

 

Siemens Spa - 20 aprile 2023

Il webinar  per i clienti di Siemens sarà alle ore 10.30 del 20 aprile, interverrà per Quadra, Ernesto Cappelletti e si parlerà di soluzioni tecniche per affrontare il problema della cybersecurity, argomento trattato anche dal nuovo regolamento macchine.

Lovato Electric Spa -  3 Maggio 2023

Il webinar  per i clienti di Lovato Electric, sarà alle ore 16.00 del 3 maggio, interverranno  Ernesto Cappelletti e Chiara Capelletti  di Quadra Srl e verranno trattati saranno i seguenti:

  • Trasformazione della direttiva in un regolamento
  • Modifiche sostanziali a macchine in servizio
  • Gli operatori economici (importatore, distributore)
  • Componenti di sicurezza e software legato alla sicurezza
  • Forma e lingua della documentazione.
  • Nuovi requisiti di sicurezza e di tutela della salute:
  • Intelligenza artificiale
  • Sicurezza informatica
  • Collaborazione uomo-macchina
  • Procedura di valutazione della conformità per i prodotti ad alto rischio
  • Dichiarazione di conformità UE
  • Entrata in vigore e applicazione del nuovo regolamento

Federchimica Confindustria - 9 Maggio 2023

Il 9 maggio 2023 Federchimica Confindustria ha organizzato la conferenza  dei responsabili di stabilimento e dei responsabili HSE sulla sicurezza. salute e ambiente nelle imprese chimiche.

L'evento si propone come importante momento di riflessione per i manager e i tecnici delle imprese, con la presenza di Autorità ed Enti Pubblici, per aggiornamenti e confronti sulla normativa in materia di sicurezza, salute e ambiente e sulla sua applicazione pratica nella quotidiana operatività degli impianti e degli stabilimenti chimici.

Quadra Srl sarà presente con l'intervento di Ernesto Cappelletti sul nuovo regolamento macchine e cosa cambierà per gli utilizzatori di macchinari ed HSE.

L'evento si svolgerà online ed è possibile registrarsi entro il 5 maggio 2023

 

 

Confindustria Varese - 10 maggio 2023

Il 10 maggio 2023 Confindustria Varese ha organizzato un webinar  sulle novità del nuovo regolamento Macchine per gli associati, l'evento si terrà alle ore 10.00 e vede relatori Gabriele Zeppa - Confindustria Varese, Fabiola Leuzzi - Confindustria ed Ernesto Cappelletti - Quadra Srl

I temi trattati sono:

  • L’azione di Confindustria
  • Trasformazione della Direttiva in Regolamento
  • Le modifiche sostanziali alle macchine già in servizio
  • Il ruolo degli operatori economici
  • I componenti di sicurezza ed il software legato alla sicurezza
  • Forma e lingua della documentazione
  • Nuovi requisiti di sicurezza: intelligenza artificiale, cybersicurezza e collaborazione uomo-macchina
  • Procedura di valutazione della conformità per i prodotti ad alto rischio
  • La dichiarazione di conformità UE
  • Entrata in vigore e applicazione del nuovo regolamento
  • Criticità e prospettive

Confindustria Bergamo - 31 maggio 2023

Il 31 maggio 2023 Confindustria Bergamo ha organizzato un webinar  sulla normativa UE di vigilanza sulla conformità dei prodotti: ruolo, responsabilità degli operatori economici e impatti sulle direttive.

Durante il webinar, che si terrà alle ore 15, interverrà l'Ing. Ernesto Cappelletti di Quadra Srl.La partecipazione è gratuita.  Registrati a questo link:

 

Keenon - 7 giugno 2023 

ll webinar "Machinery, Regolamento EU di 18 Aprile 2023" organizzato da keenon alle ore 11.00 CET si concentrerà sul Regolamento UE e sul suo impatto sulla robotica collaborativa nel settore dei servizi.

In particolare, si parlerà dell'impatto sui distributori e rivenditori, sarà anche l'opportunità per trattare brevemente il tema del supporto all'Industria 4.0

Potete rivedere la diretta del webinar su Linkedin

Tritecnica Spa - 20 giugno 2023

ll webinar organizzato con Tritecnica riguarderà la Sicurezza delle apparecchiature di trasporto e robot: norme di riferimento, sarà alle ore 15.00, interverranno  Ernesto Cappelletti e Chiara Capelletti  di Quadra Srl  e Sergio Bacco di Tritecnica, verranno trattati saranno i seguenti:

  • a nuova norma UNI EN 619:2022 sulle apparecchiature di movimentazione di carichi unitari.
    • Il concetto di area (lavoro, passaggio, ristretta, pericolosa, pubblica).
    • Protezioni contro i pericoli meccanici sui trasportatori.
    • Velocità dei carichi
    • Punti di ingresso/uscita del carico
    • Attraversamenti dei trasportatori
  • Le isole robotizzate (norma UNI EN ISO 10218-2:2011).
    • La delimitazione degli spazi (operativo, ristretto, protetto).
    • I requisiti per i circuiti di comando legati alla sicurezza.
    • L’installazione delle isole robotizzate.
    • La procedura di primo avviamento delle isole robotizzate.
  • Requisiti del nuovo regolamento macchine riguardanti il funzionamento collaborativo.
  • I robot collaborativi (specifica tecnica ISO/TS 15066).
    • Definizione dello spazio di lavoro collaborativo.
    • Arresto monitorato di sicurezza.
    • Guida manuale.
    • Monitoraggio di velocità e distanza.
    • Limitazione di potenza e forza.

 

Confindustria Toscana Sud, Arezzo - 29 giugno 2023

Il giorno 29 giugno 2023 alle ore 9.30, per gli associati  di Confindustria Toscana Sud, ci sarà un corso riguardante  'La sicurezza delle macchine migliorata grazie alla transizione 4.0" con la docenza di  Ernesto Cappelletti di Quadra

Unione Industriali Torino - 3 Luglio 2023

Il 3 Luglio 2023 alle ore 14.00, per gli associati  d'Unione Industriali Torino, ci sarà un convegno sul Nuovo Regolamento UE sulle macchine, per le iscrizioni potete cliccare qui

Ernesto Cappelletti di Quadra esporrà sulle novità e confronto del nuovo regolamento con l'attuale direttiva macchine 2006/42/CE.

IMQ S.p.A -14 Settembre 2023

Giovedì 14 settembre 2023, alle ore 11.00, si terrà il webinar gratuito organizzato da IMQ, in collaborazione con Quadra S.r.l., e rivolto a tutti gli operatori del settore.

RELATORI

Antonino Barresi - IMQ S.p.A. - REFERENTE TECNICO DIRETTIVA MACCHINE (IMQ ORGANISMO NOTIFICATO CE 0051)

Ernesto Cappelletti - Quadra S.r.l.- ESPERTO DI SICUREZZA MACCHINE PER CONTO DI FEDERMACCHINE, MEMBRO DI NUMEROSI COMITATI TECNICI NAZIONALI E INTERNAZIONALI DI NORMAZIONE

Il webinar si terrà online clicca qui per iscriverti 

TEMATICHE AFFRONTATE

  • Da Direttiva a Regolamento
  • Modifiche sostanziali
  • Responsabilità operatori economici
  • Componenti di sicurezza
  • Documentazione e lingua
  • AI e nuove tecnologie
  • Cybersecurity
  • Collaborazione uomo-macchina
  • Dichiarazione di conformità UE
  • Prodotti ad alto rischio

RELATORI

Antonino Barresi - IMQ S.p.A. - referente tecnico direttiva macchine (IMQ organismo notificato ce 0051)

Ernesto Cappelletti - Quadra S.r.l.- esperto di sicurezza macchine per conto di Federmacchine, membro di numerosi comitati tecnici nazionali e internazionali di normazione

Confindustria Lecco e Sondrio - 15 Settembre 2023

Il giorno 15 settembre 2023 alle ore 10.30, per gli associati di Confindustria Lecco e a Sondrio, si terrà il webinar nella quale parteciperà Ing. Ernesto Cappelletti di Quadra ed Ing. Andrea Barison di Confindustria Lecco e Sondrio

Lo svolgimento sarà in modalità ibrida:

- Presso la sede di Confindustria in Via Caprera 4 Lecco (LC)
- il link per l'iscrizione online.

Il programma dell'intervento:

  • Trasformazione della direttiva in un regolamento.
  • Componenti di sicurezza.
  • Modifiche sostanziali a macchine in servizio.
  • Compiti e responsabilità di importatori e distributori.
  • Lingua e forma della documentazione.
  • Dichiarazione di conformità UE e dichiarazione di incorporazione UE.
  • Nuovi requisiti essenziali: sicurezza informatica, reti di comunicazione, intelligenza artificiale, collaborazione uomo-macchina.

 

Safety Expo - Bergamo 20-21 Settembre 2023

Safety Expo è un evento annuale di rilievo, giunto alla VI, che promuove la sicurezza nei luoghi di lavoro e la prevenzione degli incendi.

L'accesso gratuito contribuisce a diffondere la cultura della sicurezza, mentre gli esperti presentano le ultime tecnologie e soluzioni per migliorare la sicurezza sul lavoro e prevenire gli incendi.

Il 21 Settembre dalle ore 15.00 alle 17.00 Quadra srl con Ernesto Cappelletti sarà presente al convegno "La diffusione della cultura della ssl in provincia di bergamo: progetti, sperimentazioni e testimonianze aziendali"

Confindustria Novara Vercelli Valsesia - 29 Settembre 2023

29 settembre 2023 si terrà il convegno, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, sulle novità del nuovo Regolamento Macchine.  Sarà illustrato l’iter di definizione del Regolamento sulle macchine, la posizione in merito di Confindustria e le novità rispetto alla direttiva macchine 2006/42/CE.

L'evento si terrà in presenza, per la partecipazione cliccare qui

Programma:

  • Apertura lavori - Confindustria Novara Vercelli Valsesia
  • Nuovo Regolamento macchine: iter di definizione e la posizione di Confindustria
    • Fabiola Leuzzi - Lavoro, Welfare e Capitale Umano Adviser Salute e Sicurezza sul Lavoro di Confindustria
  • Nuovo Regolamento macchine: novità prospettate e confronto con l’attuale direttiva macchine 2006/42/CE
    •  Ernesto Cappelletti – Quadra S.r.l - Esperto Federmacchine
  • Dibattito e conclusioni

 

Confindustria Veneto Est  - 9 Ottobre  2023

Il 9 ottobre 2023, Confindustria Veneto Est terrà un seminario sulla Sicurezza delle macchine tramite videoconferenza. L'argomento principale sarà 'Il nuovo Regolamento UE sulla sicurezza delle macchine'. L'evento si svolgerà alle ore 10:00 alle ore 12.00.

Il seminario in videoconferenza, della durata di circa due ore, si rivolge ai datori di lavoro, ai dirigenti, ai preposti, agli RSPP, agli ASPP, all’ufficio acquisti e all’ufficio manutenzione delle aziende associate.
La partecipazione al seminario è gratuita previa iscrizione online.

Programma

Saluti introduttivi
Elena Bonafè - Responsabile Area Ambiente, Sicurezza e Normativa Tecnica

Il nuovo Regolamento macchine: iter di identificazione e la posizione di Confindustria
Fabiola Leuzzi- Ufficio Lavoro, Welfare e Capitale Umano Senior Adviser Salute e Sicurezza sul Lavoro di Confindustria

Il nuovo Regolamento macchine: novità prospettate e confronto con l’attuale direttiva macchine 2006/42/CEErnesto Cappelletti - Quadra Srl - Esperto di Federmacchine

Ringraziamenti da Confindustria Veneto Est

Seminario Inail  - 11 Ottobre  2023

Il giorno 11 ottobre saremo ospiti del seminario Inail sulla sicurezza delle macchine ad Ambiente Lavoro 2023, presso la fiera di Bologna.

La nostra tecnica Chiara Cappelletti parlerà del nuovo Regolamento Macchine 2023/1230.

FederUnacoma ed UCIMU - 17 ottobre 2023

FederUnacoma ed UCIMU (associazione dei costruttori di macchine per produrre) hanno organizzato  un evento di approfondimento dedicato al Nuovo Regolamento Macchine 2023/1320 che  è in programma il 17 ottobre 2023 dalle ore 10.30.

Lo svolgimento sarà in modalità ibrida:
- presso al sede di FederUnacoma Di bologna
- da remoto

Per Quadra S.r.l interverrà l'ing. Chiara Cappelletti

 

Unindustria Reggio Emilia - 17 ottobre 2023

L'evento si terrà alle ore 9.30 di martedì 17 ottobre.  Il webinar tratterà del nuovo Regolamento macchine che sostituirà dal 20 gennaio 2027 la Direttiva Macchine 2006/42/CE e che sarà direttamente applicabile in ciascuno dei Paesi membri dell'UE.

Temi trattati:

  • Trasformazione della Direttiva in Regolamento.
  • Le modifiche sostanziali alle macchine già in servizio.
  • Il ruolo degli operatori economici.
  • I componenti di sicurezza ed il software legato alla sicurezza.
  • Forma e lingua della documentazione.
  • Nuovi requisiti di sicurezza: intelligenza artificiale, cybersicurezza e collaborazione uomo-macchina.
  • Procedura di valutazione della conformità per i prodotti ad alto rischio.
  • La dichiarazione di conformità UE.
  • Entrata in vigore e applicazione del nuovo regolamento.

Il relatore dell'incontro sarà l’ing. Ernesto Cappelletti, Consulente Sicurezza Macchine e Responsabile tecnico di Quadra Srl.

La partecipazione è riservata agli associati,

Autec Safety Meeting  - 19 ottobre 2023

Autec Satefy ha programmato un meeting il 19 ottobre prossimo che tratterà nella mattinata il nuovo regolamento macchine, con il supporto di  Ernesto Cappelletti di Quadra Srl, dell'Avv. Giorgio Caramori ed di un Esperto di Cybersecurity.

ANIE - 25 ottobre 2023

Il Webinar gratuito si terrà Mercoledì 25 Ottobre 2023 Ore 14.30.

Ernesto Cappelletti metterà a fuoco le principali novità del regolamento Macchine, attraverso un confronto con la direttiva 2006/42/CE, per consentire alle aziende una prima valutazione delle principali modifiche e dei nuovi obblighi, ma anche di qualche semplificazione introdotta dal regolamento.

PROGRAMMA

14.30-16.00: Il nuovo Regolamento Macchine

  • La trasformazione della direttiva macchine in regolamento: implicazioni e conseguenze
  • Campo di applicazione del regolamento (UE) 2023/1230: macchine e componenti di sicurezza
  • Modifiche sostanziali a una macchina
  • Gli operatori economici: importatore e distributore
  • Procedure per la valutazione della conformità: i prodotti inclusi nell’allegato I del regolamento macchine
  • Lingua e forma delle informazioni per l’uso
  • La dichiarazione di conformità UE e la dichiarazione di incorporazione UE
  • Norme armonizzate e specifiche comuni
  • Nuovi requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute
    • Macchine con comportamento o logica autoevolutivi (intelligenza artificiale)
    • Sicurezza informatica
    • Reti di comunicazione
    • Condivisione dello spazio di lavoro tra uomo e macchina e interazione uomo-macchina
    • Soccorso delle persone

16.00: Q&A

16.30 Chiusura lavori

La partecipazione è riservata alle imprese associate ad ANIE e sarà esclusivamente da remoto.

Tritecnica Spa - 7 Novembre 2023

ll webinar organizzato con Tritecnica riguarderà La nuova edizione 2023 della norma UNI EN ISO 13849-1 sui sistemi di comando legati alla sicurezza, interverranno  Ernesto Cappelletti  di Quadra Srl  e Sergio Bacco di Tritecnica S.p.A , verranno trattati saranno i seguenti:

  • Requisiti sui sistemi di comando legati alla sicurezza: la direttiva 2006/42/CE e il regolamento (UE) 2023/1230.
  • Campo di applicazione della norma UNI EN ISO 13849-1:2023 e relazioni con la norma CEI EN IEC 62061:2022.
  • La valutazione del rischio e le funzioni di sicurezza.
  • Il livello di prestazione richiesto (PLr).
  • La stima del livello di prestazione (PL).
  • Il software legato alla sicurezza.
  • La validazione.

Iscrizioni QUI

Confindustria Bergamo - 7 Novembre 2023

L'analisi condotta sui casi di infortuni verificatisi nel periodo 2017-2021 ha rivelato che il 48% degli infortuni gravi e il 22% di quelli mortali si sono verificati durante l'uso di carrelli elevatori.

Di conseguenza, la Regione Lombardia ha incluso questa tematica nel "Piano regionale 2022-2025 per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro".

ATS Bergamo sta ora attuando il relativo Piano mirato di prevenzione e vigilanza, che è stato presentato in anteprima il 17 ottobre (è possibile consultare le diapositive del webinar a questo link).

Per sensibilizzare le aziende su queste questioni, l'area Sicurezza di Confindustria Bergamo organizzerà un webinar, in programma per martedì 7 novembre alle 14:30.

Durante l'evento, gli esperti che hanno contribuito alla stesura del manuale intitolato "Gestione e utilizzo dei carrelli elevatori negli ambienti di lavoro, elementi di valutazione del rischio e della viabilità in azienda" approfondiranno i contenuti più rilevanti. Di seguito è disponibile il programma.

PROGRAMMA

Ore 14.30 Saluti di apertura e introduzione
Paolo Rota, Vicepresidente Confindustria Bergamo

Ore 14.40 Inquadramento del manuale: Gestione e utilizzo dei carrelli elevatori negli ambiti di lavoro elementi di valutazione del rischio e della viabilità in azienda
Antonella Regonesi, Responsabile TdP Coord. c/o SC PSAL, DIPS ATS Bergamo

Ore 15.10 "La sicurezza dei carrelli elevatori"
Ernesto Cappelletti, Responsabile tecnico, Quadra SRL

Ore 15.50 "Elementi di Valutazione del rischio della viabilità in azienda"
Giorgio Buratti, Eur.erg, Politecnico di Milano, EgoDesign Sas

Ore 16.30 Q&A

la partecipazione è gratuita

 

Federmacchine - 16 Novembre 2023

Webinar organizzato da FEDERMACCHINE e UNI il 16 novembre ore 15.00 per analizzare i requisiti relativi all'attività professionale dello specialista della sicurezza macchine.

L'UNI PDR 151-2023 definisce i requisiti relativi all’attività professionale dello specialista in sicurezza delle macchine, ossia di un esperto nell’applicazione dei requisiti di sicurezza previsti dalla legislazione europea relativa alle macchine nonché da altra legislazione europea di prodotto eventualmente applicabile ai prodotti, dalle norme e dalle disposizioni di legge pertinenti, nelle attività di progettazione, fabbricazione, valutazione di conformità e documentazione di prodotti.

Questo al fine di fornire alle aziende e ai loro legali rappresentanti un utile supporto nella individuazione degli esperti e delle competenze per effettuare una corretta valutazione dei rischi e la predisposizione di tutta la documentazione necessaria per la marcatura CE.

Relatori:

  • Ernesto Cappelletti di Quadra, Project Leader del gruppo di lavoro
  • Federico Dosio
  • Giorgio Caramori
  • Luca Landi
    (esperti FEDERMACCHINE)
  • Davide Della Bella – ECOLE
  • Cristina Norcia, Probest Service/ICIM
  • Elena Mocchio, Responsabile Innovazione e Sviluppo UNI

 

Clicca qui per la richiesta di partecipazione

 

Confindustria Ceramica - Seminario 21 Novembre 2023

il seminario di Confindustria Ceramica in collaborazione con ACIMAC si terrà il 21 novembre 2023 relativo al nuovo Regolamento macchine. 

Nel corso dell'incontro interverranno:

  • Fabiola Leuzzi (Confindustria),
  • Ernesto Cappelletti (Quadra Srl – membro del Gruppo di Lavoro di Confindustria che ha seguito l’iter di emanazione del Regolamento),
  • Simone Mosconi (Confindustria ceramica)
  • Stefano Lugli (ACIMAC) che faranno il punto sui nuovi obblighi e sui profili di responsabilità introdotti.

L’evento è riservato alle aziende socie

 

Confindustria Pesaro Urbino - 30 Novembre 2023

Confindustria Pesaro Urbino ha organizzato il 30 settembre il webinar relativo alle novità del nuovo regolamento macchine 2023/1230.

Programma webinar:

  • Apertura lavori
  • Nuovo Regolamento macchine: novità prospettate e confronto con l’attuale direttiva macchine 2006/42/CE
    • Ernesto Cappelletti – Quadra S.r.l – Esperto Federmacchine
  • azioni di vigilanza
    • Antonio Vincenzo Alessi– Ispettorato territoriale del lavoro Pesaro Urbino
    • Giampiero Pieretti – Azienda Sanitaria Territoriale
  • Dibattito e conclusioni

L’evento si terrà, dalle ore 14.30 alle ore 18.00, su piattaforma zoom e per la richiedere la partecipazione cliccare qui , riservato agli associati di Confindustria Pesaro Urbino.

Confindustria Bergamo- 1 Dicembre 2023

Confindustria Bergamo organizza un webinar dal titolo "Sicurezza sul lavoro: messa in servizio delle macchine in condizioni di sicurezza" che si terrà venerdì 1 dicembre alle ore 11.00.

Gli argomenti trattati:

  • immissione sul mercato e messa in servizio;
  • montaggio e installazione di macchine presso il luogo di utilizzo;
  • obblighi dei datori di lavoro riguardanti le macchine;
  • accettazione di macchine nuove;
  • modifiche di macchine già in servizio;
  • modifiche di insiemi di macchine esistenti;
  • importazione di macchine da paesi extra-UE.

Interverrà l’Ing. Ernesto Cappelletti di Quadra Srl.

clicca qui per iscriverti al webinar

Unione Industriale del Verbano Cusio Ossola - 11 Dicembre 2023

Unione Industriale del Verbano Cusio Ossola organizza un webinar dal titolo "il nuovo Regolamento UE sulle macchine – aggiornamento per le figure della sicurezza aziendale" che si terrà lunedì 11 dicembre alle ore 15.00.

il webinar che si propone di mettere a fuoco le principali novità del regolamento Macchine, attraverso un confronto con la precedente direttiva revisionata, per consentire alle aziende una valutazione delle principali
modifiche e dei nuovi obblighi, con notazioni che consentiranno di apprezzaretalune semplificazioni introdotte dal regolamento.

Gli interventi saranno così articolati:

  • Nuovo Regolamento macchine: iter di definizione e la posizione di Confindustria
    Fabiola Leuzzi – Lavoro, Welfare e Capitale Umano, Adviser Salute e Sicurezza sul Lavoro di Confindustria
  • Nuovo Regolamento macchine: novità prospettate e confronto conl’attuale direttiva macchine 2006/42/CE - Ernesto Cappelletti – Esperto Federmacchine di Quadra Srl

Invitiamo le Aziende associate interessate a voler confermare la propria partecipazione
attraverso l’invio dell’allegata scheda di adesione segreteria@uivco.vb.it .

 

 

 

Webinar e seminari gratuiti 2023 Leggi tutto »

Nuovo Regolamento Macchine 2023/1230

Il 29 giugno 2023 è stato pubblicato il nuovo regolamento (UE) 2023/1230 relativo alle macchine, che andrà a sostituire la direttiva macchine 2006/42/CE.

La direttiva (atto legislativo dell’Unione europea che prevede un recepimento da parte degli Stati membri) viene quindi trasformata in un regolamento (atto legislativo dell’Unione europea direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri).

I vantaggi della trasformazione della direttiva in un regolamento includono un’attuazione più uniforme, nessun problema di recepimento e una maggiore certezza del diritto; la conversione della direttiva in regolamento permette quindi di ridurre i ritardi nel recepimento e le differenze di interpretazione tra gli Stati membri.

Puoi scaricare il PDF del testo in lingua italiana del nuovo regolamento macchine 2023/1230 alla fine di questo articolo.

Entrata in vigore del Regolamento Macchine 2023/1230 e data di applicazione

Il nuovo regolamento macchine è stato redatto in conformità con le indicazioni del nuovo quadro legislativo, quindi è coerente con altre direttive tipicamente applicabili alle macchine, quali la direttiva bassa tensione 2014/35/UE e la direttiva compatibilità elettromagnetica 2014/30/UE.

A seguito della rettifica pubblicata il 4 luglio 2023, il nuovo regolamento macchine verrà applicato a partire dal 20 gennaio 2027, ovvero 42 mesi dopo la data di entrata in vigore, e in pari data verrà abrogata l’attuale direttiva 2006/42/CE.

Principali novità del Regolamento Macchine 2023/1230: modifiche sostanziali alle macchine

La direttiva macchine si applica alle macchine nuove e non ha mai preso in considerazione gli interventi di modifica, regolamentati finora solamente dalle legislazioni nazionali, differenti tra una nazione e l’altra.

Il nuovo regolamento macchine si applica invece anche ai prodotti che hanno subito “modifiche sostanziali”, ovvero modifiche:

  • effettuate con mezzi fisici o digitali dopo che il prodotto è stato immesso sul mercato o messo in servizio;
  • che non sono previste o pianificate dal fabbricante;
  • che influenzano la sicurezza creando un nuovo pericolo o aumentando un rischio esistente in modo da richiedere l’adozione di:
    • ripari o dispositivi di protezione aggiuntivi, il cui controllo modifica il sistema di comando legato alla sicurezza esistente, o
    • misure di protezione aggiuntive per garantire la stabilità o la resistenza meccanica.

In questo caso il soggetto che apporta tali modifiche deve soddisfare tutti gli obblighi previsti dal regolamento per i fabbricanti.

Operatori economici e Regolamento 2023/1230

Coerentemente con quanto stabilito dal nuovo quadro legislativo, nel nuovo regolamento macchine sono state introdotte le figure dell’importatore e del distributore.

L’importatore è il soggetto che immette sul mercato dell’Unione europea un prodotto proveniente da un paese terzo, mentre il distributore è un soggetto, diverso dal fabbricante o dall’importatore, che mette a disposizione sul mercato un prodotto.

L’importatore deve assicurarsi che il fabbricante abbia portato a termine le appropriate procedure per la valutazione della conformità del prodotto e deve indicare sul prodotto il proprio nome, indirizzo postale e indirizzo di posta elettronica; di fatto, dunque, l’importatore è responsabile della conformità del prodotto e ne risponde in prima persona.

Gli obblighi dei distributori sono decisamente minori e constano essenzialmente nella verifica che il prodotto sia correttamente identificato (compresi i riferimenti del fabbricante e dell’eventuale importatore) e accompagnato dalla documentazione necessaria e nella dovuta diligenza nel trasporto e conservazione del prodotto in modo da non comprometterne la conformità ai requisiti di sicurezza.

Il Regolamento 2023/1230 introduce nuovi componenti di sicurezza

I componenti di sicurezza rientrano nel campo di applicazione della direttiva macchine e, come tali, devono essere marcati CE.

Nella definizione di “componente di sicurezza” del nuovo regolamento macchine sono stati introdotti anche i componenti digitali, compreso il software; per la prima volta il regolamento macchine si applica quindi anche ad un prodotto immateriale.

Il software che svolge funzioni di sicurezza immesso sul mercato separatamente dovrà quindi essere marcato CE ai sensi del regolamento macchine ed essere accompagnato da una dichiarazione di conformità UE e, per quanto necessario, da istruzioni per l’uso.

Cosa cambia per la documentazione e lingua delle macchine

La lingua delle informazioni e della documentazione (istruzioni per l’uso, dichiarazione di conformità UE, interfacce uomo/macchina, avvertenze) dovrà essere facilmente comprensibile agli utilizzatori e alle autorità di sorveglianza del mercato e dovrà essere definita da ogni Stato membro (questo approccio è comune ad altre direttive, ad esempio bassa tensione e compatibilità elettromagnetica).

La documentazione potrà essere fornita in formato digitale, ad esempio rendendola disponibile su un sito internet; quando le istruzioni vengono fornite in formato digitale, il fabbricante dovrà:

  • indicare sulla macchina e sull’imballaggio o in un documento di accompagnamento come accedere alle istruzioni digitali;
  • presentare le istruzioni in un formato che consenta all’utente finale di  stamparle e scaricarle e salvarle su un dispositivo elettronico in modo che possa accedervi in qualsiasi momento, in particolare durante un guasto della macchina; questo requisito si applica anche nel caso in cui il manuale di istruzioni è incorporato nel software della macchina;
  • metterle a disposizione online durante il ciclo di vita previsto della macchina e per non meno di 10 anni dopo l’immissione sul mercato della macchina;
  • fornirle gratuitamente in formato cartaceo entro un mese su richiesta dell’acquirente al momento dell’acquisto.

Intelligenza artificiale

Il nuovo regolamento macchine si applica ai sistemi che utilizzano tecnologie di intelligenza artificiale per gli aspetti che riguardano le possibili influenze sulla sicurezza delle macchine.

In particolare, la valutazione dei rischi dovrà tenere conto dell’evoluzione del comportamento delle macchine progettate per funzionare con diversi livelli di autonomia.

Anche la fase di apprendimento deve essere considerata, limitando il comportamento della macchina, mediante adeguati circuiti di sicurezza, in modo da non oltrepassare i limiti considerati nella valutazione dei rischi.

Infine, anche nei requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute applicabili alle macchine mobili sono state inserite parti specifiche per le macchine mobili autonome, ovvero senza guidatore; questi prodotti (chiamati AGV) sono sempre più diffusi e stanno soppiantando la movimentazione manuale di oggetti nei più disparati settori, dalle linee produttive, ai magazzini, agli ospedali.

Cibersicurezza

La sicurezza informatica è un aspetto che non può più essere trascurato per le macchine: infatti oggi praticamente tutte le macchine sono connesse a reti dati che possono essere oggetto di attacchi da parte di malintenzionati; fatti di questo genere sono già accaduti e sono destinati ad aumentare in futuro.

Per questo motivo il nuovo regolamento macchine chiede che i circuiti di comando che svolgono funzioni di sicurezza siano progettati in modo da evitare che attacchi malevoli possano causare comportamenti pericolosi delle macchine.

È stato inoltre introdotto un nuovo requisito essenziale di sicurezza e di tutela della salute esplicitamente dedicato alla protezione dei sistemi informatici contro la corruzione.

Troverai QUI un intero articolo sull'argomento cybersecurity e la relativa valutazione dei rischi.

Collaborazione uomo-macchina

I tradizionali metodi di protezione delle persone mediante segregazione delle zone pericolose non sono adatti quando gli uomini e le macchine devono condividere uno spazio di lavoro comune, come avviene nelle applicazioni con robot collaborativi (o cobot).

Il requisito essenziale di sicurezza e di tutela della salute relativo ai rischi dovuti agli elementi mobili è stato quindi modificato per tenere conto delle nuove soluzioni da adottare per garantire la sicurezza delle persone in applicazioni collaborative, tenendo in considerazione anche gli aspetti di stress psicologico che queste situazioni lavorative possono arrecare.

Prodotti ad alto rischio

L’allegato IV della direttiva 2006/42/CE, contenente l’elenco dei prodotti considerati ad alto rischio, è diventato l’allegato I del nuovo regolamento macchine.

I prodotti compresi in questo allegato sono rimasti invariati e sono stati aggiunti i componenti di sicurezza con comportamento auto-evolutivo e le macchine che incorporano sistemi con comportamento auto-evolutivo.

Per sei categorie di prodotto non è prevista la possibilità per il fabbricante di applicare la procedura di valutazione della conformità con controllo interno sulla fabbricazione e quindi, per questi prodotti, sarà sempre necessario l’intervento di un organismo notificato:

  • dispositivi amovibili di trasmissione meccanica, compresi i loro ripari;
  • ripari per dispositivi amovibili di trasmissione meccanica;
  • ponti elevatori per veicoli;
  • apparecchi portatili a carica esplosiva per il fissaggio o altre macchine ad impatto;
  • componenti di sicurezza con comportamento totalmente o parzialmente auto-evolutivo mediante approcci di apprendimento automatico che garantiscono funzioni di sicurezza;
  • macchine che incorporano sistemi con comportamento totalmente o parzialmente auto-evolutivo che utilizzano approcci di apprendimento automatico che garantiscono funzioni di sicurezza e che non sono stati immessi sul mercato in modo indipendente, rispetto solamente a questi sistemi.

Nuova Dichiarazione di conformità UE prevista dal Regolamento 2023/1230

La dichiarazione CE di conformità è stata sostituita nel nuovo regolamento macchine da una dichiarazione di conformità UE, in linea con il nuovo quadro legislativo.

Quando ad un prodotto si applicano più atti dell’Unione europea deve essere redatta un’unica dichiarazione di conformità UE che li racchiude tutti.

Corso di formazione sul Regolamento macchine 

Per spiegare le novità e modifiche che interverranno per i fabbricanti delle macchine con il nuovo Regolamento abbiamo preparato un corso dedicato.

Il corso, identificato con il codice MC50, ha l'obiettivo di fornire una panoramica su obblighi, requisiti e soggetti previsti dal nuovo regolamento macchine ed analizzare in dettaglio le differenze con l’attuale direttiva macchine 2006/42/CE, come integrata dal regolamento (UE) 2019/1020.

La partecipazione dà diritto a 8 crediti per il mantenimento delle qualifiche RSPP/ASPP.

Troverai qui il dettaglio del contenuto e l'app di iscrizione.

Regolamento macchine 2023-1230 (italiano)

Libro sul nuovo Regolamento Macchine 2023/1230

Ernesto Cappelletti e Chiara Cappelletti hanno scritto un libro intitolato "Il regolamento macchine (UE) 2023/2013 - Guida all'applicazione pratica".

Il libro è stato pubblicato Il 4 ottobre 2024 ed è stato preparato per i tecnici, progettisti, consulenti, ispettori e RSPP che desiderano un manuale tecnico esaustivo per applicare il Regolamento macchine. All'interno si possono trovare risposte esaurienti per superare le incertezze che possono emergere nel corso delle attività lavorative dei progettisti di macchine o dei tecnici della sicurezza.

E' acquistabile QUI

Cosa contiene? 

Il regolamento (UE) 2023/1230, relativo alle macchine, sostituirà la direttiva macchine 2006/42/CE e rappresenterà il riferimento fondamentale per tutti coloro che sono coinvolti nella progettazione e costruzione di macchinari, così come per gli RSPP e gli operatori della sicurezza nelle aziende. Infatti il regolamento definisce i requisiti di sicurezza delle macchine per la marcatura CE dal 20 gennaio 2027.

Questo libro espone in dettaglio i requisiti del nuovo regolamento e descrive gli adempimenti necessari per garantire la conformità delle macchine, adottando un approccio semplice ed efficace. In particolare, vengono illustrate le novità introdotte dal nuovo regolamento (UE) 2023/1230 rispetto a quanto richiesto dalla direttiva macchine 2006/42/CE.

Nel testo sono illustrati gli obblighi per i nuovi operatori economici, tra i quali importatori e distributori, vengono inoltre fornite le indicazioni per la redazione della documentazione secondo i requisiti del nuovo regolamento

È un testo ricco di informazioni pratiche che aiutano ad applicare i requisiti del nuovo regolamento macchine, con riferimenti puntuali alle principali norme tecniche da utilizzare per la progettazione delle macchine.

Per chi è stato scritto? 

Il testo è stato preparato per tecnici, progettisti, consulenti, ispettori e RSPP che desiderano un manuale tecnico esaustivo per applicare il regolamento macchine.

È stato scritto da consulenti che lavorano da molti anni presso le aziende per garantire la sicurezza delle macchine. All'interno si possono trovare risposte esaurienti per superare le incertezze che possono emergere nel corso delle attività lavorative dei progettisti di macchine o dei tecnici della sicurezza.

È un libro utile per chi vuole conoscere in dettaglio il regolamento macchine e le principali norme tecniche applicabili alla sicurezza delle macchine industriali.

Gli autori

Ernesto Cappelletti è un ingegnere elettronico che si occupa di consulenza e formazione del personale sulla sicurezza delle macchine, assistendo in questo ruolo più di 1000 aziende; ha fondato Quadra s.r.l., società di consulenza attiva in questo settore dal 1995.

Dal 2016 è il Rappresentante di Federmacchine in ambito UNI, per gli aspetti normativi meccanici.

Partecipa all’attività normativa di molti comitati UNI e ISO.

Ha seguito l’iter di definizione del testo del nuovo regolamento macchine, fornendo osservazioni, per conto di alcune associazioni aderenti a Confindustria.

È docente nei corsi sulla sicurezza delle macchine presso UNIACIMACUCIMAASSOCOMAPLAST, ACIMIT, Confindustria Modena, Reggio Emilia, Bergamo, Varese, Lecco e Sondrio, Firenze, Toscana Sud e per gli ispettori dell’ATS Monza e Brianza.

 

Chiara Cappelletti è un ingegnere meccanico che opera come consulente nel campo della sicurezza delle macchine dal 2018 presso Quadra s.r.l.

Assiste aziende di molteplici settori, in particolare metalmeccanico, siderurgico e materie plastiche, nella definizione delle soluzioni di gestione del rischio e delle misure di protezione di macchine e impianti industriali; ha una passione per la progettazione delle sicurezze delle linee di taglio lamiera.

È docente nei corsi sulla sicurezza delle macchine presso Quadra s.r.l. e UNI.

.

FAQ sul Regolamento Macchine (UE) 2023/1230

 

1. Quando entrerà in vigore il Regolamento macchine?

Il nuovo Regolamento macchine è entrato in vigore il 19 luglio 2023, quindi il ventesimo giorno dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, ma potrà essere applicato solamente a partire dal 20 gennaio 2027.

2. Da quando potrà essere applicato il Regolamento sulle macchine?

Il nuovo Regolamento macchine potrà essere applicato a partire dal 20 gennaio 2027; prima di tale data non potranno essere redatte dichiarazioni di conformità UE o dichiarazioni di incorporazione UE ai sensi del regolamento (UE) 2023/1230.

3. Da quando sarà obbligatorio il Regolamento macchine?

Il nuovo regolamento macchine sarà obbligatorio a partire dal 20 gennaio 2027; fino al 19 gennaio 2027 le macchine — e più in generale tutti i prodotti rientranti nel campo di applicazione della direttiva macchine — dovranno essere dichiarate conformi alla direttiva 2006/42/CE.

4. Chi dovrà applicare il Regolamento Macchine?

I fabbricanti di macchine dovranno rispettare i requisiti del regolamento (UE) 2023/1230, applicando le procedure di valutazione della conformità stabilite da tale regolamento. Gli stessi obblighi si applicano a chiunque assuma il ruolo del fabbricante, ovvero chiunque commercializzi un prodotto con il proprio nome.

5. Il Regolamento macchine si applicherà alle macchine usate?

Nel nuovo Regolamento macchine sono previsti requisiti applicabili a macchine già in servizio sottoposte a modifiche sostanziali; le macchine modificate sostanzialmente dovranno essere sottoposte alla procedura per la loro marcatura CE ed il soggetto che ha apportato questa modifica è considerato il fabbricante della macchina modificata (vedi FAQ 4).

6. Cosa cambierà per il software di sicurezza?

Un software legato alla sicurezza, immesso sul mercato separatamente, è un componente di sicurezza compreso nel campo di applicazione del nuovo Regolamento macchine; quindi, ad esempio, il software di un PLC di sicurezza, realizzato da un soggetto diverso dal fabbricante della macchina sulla quale verrà installato, dovrà essere marcato CE ai sensi del regolamento (UE) 2023/1230.

7. Cosa dovranno fare gli importatori di macchine?

I soggetti che importano macchine da paesi extra UE si dovranno assicurare che la macchina sia accompagnata dalla documentazione prescritta dal Regolamento, dovranno apporre i propri riferimenti (nome, indirizzo e contatto digitale) sulla macchina e, se necessario, dovranno fornire alle autorità nazionali competenti tutte le informazioni e la documentazione necessarie a dimostrare la conformità della macchina e adottare le azioni correttive necessarie per rendere conformi, ritirare o richiamare macchine non conformi.

8. Cosa dovranno fare i fabbricanti per adeguarsi al nuovo regolamento macchine?

I fabbricanti dovranno accertarsi che le macchine rispettino i pertinenti requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute del nuovo Regolamento macchine. Dovranno quindi aggiornare i fascicoli tecnici [chiamati “documentazione tecnica” dal regolamento (UE) 2023/1230], le dichiarazioni di conformità e i manuali di istruzioni in accordo ai requisiti del nuovo regolamento.

9. A cosa dovranno stare attenti gli utilizzatori di macchine?

Gli utilizzatori dovranno verificare che le macchine siano accompagnate da una dichiarazione di conformità UE che riporti i riferimenti al regolamento (UE) 2023/1230. Inoltre, in caso di macchine importate da un paese terzo, dovranno controllare che sulla macchina siano presenti i riferimenti dell’importatore (nome, indirizzo e contatto digitale).

10. Da quando sarà possibile consegnare la documentazione in formato esclusivamente digitale?

Secondo il Regolamento (UE) 2023/1230 sarà possibile fornire il manuale di istruzioni e la dichiarazione di conformità UE esclusivamente in formato digitale e non cartaceo. Poiché però il nuovo Regolamento macchine potrà essere applicato soltanto a partire dal 20 gennaio 2027, prima di tale data non sarà possibile sfruttare questa possibilità.

SCARICA IL PDF DEL TESTO IN ITALIANO DEL NUOVO REGOLAMENTO (UE) 2023/1230 RELATIVO ALLE MACCHINE

    Non conoscere le leggi e le norme, che regolamentano la fabbricazione e l’uso idei macchinari, può comportare rischi e costi molto alti; iscriversi alla nostra newsletter, per rimanere aggiornati, è gratis
  • La selezione della casella di spunta è indispensabile per l'iscrizione.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Nuovo Regolamento Macchine 2023/1230 Leggi tutto »

Pubblicata l’edizione 2023 della norma UNI EN ISO 13849-1

È stata pubblicata la norma UNI EN ISO 13849-1:2023; questa quarta edizione annulla e sostituisce la terza edizione (UNI EN ISO 13849-1:2016), che è stata tecnicamente rivista dal Comitato tecnico ISO/TC 199 “Safety of machinery”, gruppo di lavoro ISO/TC 199/WG 8 “Safe control system” di cui fa parte anche Ernesto Cappelletti di Quadra Srl.

Le principali modifiche sono le seguenti:

  • l’intero documento è stato riorganizzato per meglio seguire il processo di progettazione e sviluppo dei sistemi di comando;
  • nuovo punto 4 contenente raccomandazioni per la valutazione del rischio;
  • specifica delle funzioni di sicurezza (aggiornato il punto 5);
  • combinazione di più sottosistemi (aggiornato il punto 6);
  • nuovo punto 7 sui requisiti di sicurezza del software;
  • nuovo punto 9 sugli aspetti ergonomici della progettazione;
  • validazione (punto 8 aggiornato e spostato nel punto 10);
  • nuovo punto G.5 sulla gestione della sicurezza funzionale;
  • nuovo allegato L sull'immunità alle interferenze elettromagnetiche (EMI);
  • nuovo allegato M con informazioni aggiuntive per la specifica dei requisiti di sicurezza;
  • nuovo allegato N sulle misure per evitare guasti per la progettazione del software legato alla sicurezza;
  • nuovo allegato O con valori relativi alla sicurezza di componenti o parti dei sistemi di comando.

La nuova edizione della norma è destinata ad essere armonizzata ai sensi della direttiva macchine; quindi il suo rispetto permetterà di godere della presunzione di conformità ai requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute coperti dalla norma.

Relativamente all'applicazione pratica di questa norma abbiamo creato un corso, identificato nel nostro catalogo dal codice MC51.

Il corso ha un taglio pratico e fornisce tutti gli strumenti necessari per la progettazione dei circuiti di comando aventi funzioni di sicurezza e per la loro validazione. È pensato per progettisti esperti di macchine o consulenti del settore sicurezza macchine ed è organizzato su 2 giornate consecutive.

La prima giornata è dedicata alla teoria, è basata sulla nuova edizione 2023 della norma UNI EN ISO 13849-1, e può essere seguita anche singolarmente, come aggiornamento per chi ha già fatto il corso completo  sulla versione precedente della norma. In questo caso il corso  è identificato dal codice MC52 nell'app di prenotazione.

Nella seconda giornata di corso vengono  analizzate, in dettaglio, le modalità di utilizzo del software Sistema per la stima dei livelli di prestazione (PL), tramite lavoro individuale e di gruppo, su esempi applicativi.

 

Pagine da UNI EN ISO 13849-1 sistemi comando sicurezza (inglese 2023)

Pubblicata l’edizione 2023 della norma UNI EN ISO 13849-1 Leggi tutto »

Guida sulla sicurezza delle macchine industriali

Introduzione

La salvaguardia della sicurezza e la tutela della salute delle persone relativamente ai rischi legati all’uso di un macchinario industriale sono tra gli scopi della direttiva macchine 2006/42/CE.

La direttiva macchine 2006/42/CE stabilisce i requisiti essenziali di salute e sicurezza che i prodotti ricadenti nel suo campo di applicazione devono rispettare per permettere al prodotto di poter essere commercializzato su tutto il territorio dell’Unione Europea.

Prima che un prodotto possa essere immesso sul mercato ovvero messo in servizio, il fabbricante deve garantire che sia effettuata una valutazione dei rischi e che la macchina venga progettata e costruita tenendo conto della valutazione dei rischi.

Mediante processo iterativo della valutazione dei rischi, il fabbricante o il suo mandatario:

  • stabilisce i limiti della macchina, il che comprende l’uso previsto e l’uso scorretto ragionevolmente prevedibile;
  • individua i pericoli cui può dare origine la macchina e le situazioni pericolose che ne derivano;
  • stima i rischi, tenendo conto della gravità dell’eventuale lesione o danno alla salute e della probabilità che si verifichi;
  • valuta i rischi al fine di stabilire se sia richiesta una riduzione del rischio;
  • elimina i pericoli o riduce i rischi che ne derivano, applicando le misure di protezione nell’ordine indicato nel punto 1.1.2, lettera b) della direttiva macchine 2006/42/CE.

 

Perché è importante

La priorità principale della sicurezza delle macchine industriali è la protezione delle persone che le utilizzano.

La sicurezza delle macchine industriali è importante perché è il mezzo in grado di ridurre il numero di incidenti mortali e infortuni che possono portare sia al blocco della produzione sia all’avvio di procedimenti civili e penali in capo al costruttore della macchina e/o al datore di lavoro.

Gli obblighi in capo al costruttore sono di immettere sul mercato ovvero mettere in servizio macchine industriali che soddisfano i pertinenti requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute indicati nell’allegato I della direttiva macchine 2006/42/CE.

In caso di incidenti causati da difetti di progettazione o di fabbricazione delle macchine, i costruttori possono essere soggetti ad azioni legali. Gli incidenti sul lavoro causati da macchine industriali non conformi a quanto prescritto dalla direttiva macchine possono avere conseguenze gravi sia per le persone coinvolte sia per le aziende.

 

Problemi di sicurezza delle macchine

Problemi relativi alla sicurezza sulle macchine che possono portare gli operatori ad un utilizzo non sicuro, possono essere causati da:

  • progettazione e/o realizzazione non adeguata, ad esempio errato posizionamento dei comandi, neutralizzazione dei ripari per la ricerca di un maggior rendimento in termini di produzione o assoluta mancanza dei ripari;
  • manutenzione, ordinaria e/o straordinaria, che non le modalità e le tempistiche riportate all’interno del manuale d’uso e manutenzione;
  • mancata o insufficiente formazione degli operatori relativamente al corretto utilizzo delle macchine

La direttiva macchine 2006/42/CE sottolinea l’importanza della progettazione e realizzazione delle macchine in conformità ai requisiti essenziali di salute e sicurezza riportati all’interno dell’allegato I.

La direttiva macchine 2006/42/CE, al requisito §1.1.2, definisce i principi di integrazione della sicurezza, ovvero stabilisce una metodologia di base a cui il costruttore deve attenersi per progettare e costruire macchine sicure.

 

Come mettere in sicurezza le macchine industriali

Il punto di partenza per la messa in sicurezza di una macchina industriale è la valutazione dei rischi che potrebbero derivare dal suo utilizzo. La valutazione dei rischi è un processo fondamentale per identificare i pericoli associati all’uso della macchina e valutare il livello di rischio di ciascun pericolo.

È importante adottare tale approccio a partire dalla fase di progettazione delle macchine; ciò implica l’identificazione dei pericoli e l’applicazione delle adeguate misure di sicurezza. Le macchine industriali devono essere equipaggiate con dispositivi di sicurezza adeguati al rischio da ridurre; questi possono includere, ad esempio, protezioni perimetrali, dispositivi di interblocco, dispositivi di arresto di emergenza.

La norma UNI EN ISO 12100:2010 specifica una metodologia per ottenere la sicurezza nella progettazione delle macchine industriali, ovvero descrive le procedure per l’identificazione dei pericoli, la stima e la valutazione dei rischi durante le fasi di vita della macchina, e le procedure per l’eliminazione dei pericoli e il raggiungimento di una sufficiente riduzione del rischio.

 

Guida sulla sicurezza delle macchine industriali Leggi tutto »

Principali problemi sulla sicurezza delle macchine

Introduzione

La norma UNI EN ISO 12100:2010 propone una metodologia attraverso la quale vengono individuati i pericoli presenti durante il ciclo di vita di una macchina, valutati i rischi specifici associati al funzionamento della macchina e viene determinato se le misure di sicurezza adottate sono sufficienti ad ottenere un’adeguata riduzione del rischio.

Per definire le misure da adottare per eliminare i pericoli e/o ridurre i rischi presenti, al fine di garantire che le macchine siano utilizzate in modo sicuro, è necessario che vengano individuati i potenziali pericoli che possono essere presenti sulla macchina durante tutte le fasi del suo ciclo di vita, ovvero:

  • trasporto;
  • montaggio;
  • installazione;
  • messa in servizio;
  • uso (automatico e/o manuale);
  • smontaggio;
  • messa fuori servizio.

È necessario definire quali sono le operazioni da effettuare sulla macchina e chi sono le persone atte alla loro esecuzione.

Rischi connessi all’utilizzo delle macchine

Il prospetto B.1 della norma UNI EN ISO 12100:2010 raggruppa i pericoli per tipologia:

  • percoli di natura meccanica;
  • pericoli di natura elettrica;
  • pericoli di natura termica;
  • pericoli generati dal rumore;
  • pericoli generati da vibrazioni;
  • pericoli generati da radiazioni;
  • pericoli generati da materiali/sostanze;
  • pericoli di natura ergonomica;
  • pericoli associati all’ambiente in cui la macchina è utilizzata;
  • combinazioni di pericoli.

Per ciascuna tipologia di pericolo viene indicata la possibile origine e le potenziali conseguenze, ovvero i rischi a cui le persone sono, o possono essere, esposte durante tutte le fasi di vita della macchina. È importante che questi rischi siano valutati e che siano adottate misure di sicurezza appropriate, come ad esempio la fornitura di dispositivi di protezione individuale (DPI) o la creazione di zone protette intorno alla macchina.

Indicazioni su possibili modalità da utilizzare per proteggere le macchine e ridurre i rischi presenti vengono date dalle “norme” che hanno lo scopo di definire un “livello comune” di sicurezza che permette ai fabbricanti di determinare se le misure adottate sono sufficienti o meno. Le norme hanno carattere volontario e non costituiscono in alcun modo un vincolo che possa limitare la libera progettazione della macchina.

Problemi di sicurezza nella progettazione e costruzione delle macchine

Problemi relativi alla sicurezza sulle macchine che possono portare gli operatori ad un utilizzo non sicuro, possono essere causati da:

  • progettazione e/o realizzazione non adeguata, ad esempio errato posizionamento dei comandi, neutralizzazione dei ripari per la ricerca di un maggior rendimento in termini di produzione o assoluta mancanza dei ripari;
  • manutenzione, ordinaria e/o straordinaria, che non rispetta le modalità e le tempistiche riportate all’interno del manuale d’uso e manutenzione;
  • mancata o insufficiente formazione degli operatori relativamente al corretto utilizzo delle macchine

La direttiva macchine 2006/42/CE sottolinea l’importanza della progettazione e realizzazione delle macchine in conformità ai requisiti essenziali di salute e sicurezza riportati all’interno dell’allegato I.

La direttiva macchine 2006/42/CE, al requisito §1.1.2, definisce i principi di integrazione della sicurezza, ovvero stabilisce una metodologia di base a cui il costruttore deve attenersi per progettare e costruire macchine sicure.

Principali problemi sulla sicurezza delle macchine Leggi tutto »

Servizi di Ispezione e Controllo di Competenza dell’Ingegnere Esperto per la Sicurezza delle Macchine di Sollevamento

Introduzione

La fornitura di servizi professionali di ispezione e controllo riveste un ruolo fondamentale nel garantire la sicurezza e l'affidabilità di apparecchi di sollevamento utilizzati in una vasta gamma di contesti industriali. Questi servizi mirano a valutare l'affidabilità statica delle macchine di sollevamento con almeno un decennio di esercizio, con particolare attenzione alla carpenteria metallica strutturale.

 

Metodologia d'Ispezione

L'ispezione è condotta da un Ingegnere Esperto, in conformità con gli standard stabiliti nell'Allegato D della Norma UNI ISO 9927-1:2016. Questo esperto è affiancato da un Tecnico Qualificato, responsabile dell'esecuzione delle indagini NDT (Non-Destructive Testing) ritenute necessarie. Questo approccio assicura un controllo completo e accurato delle macchine di sollevamento.

Le fasi principali dell'ispezione includono:

  • Ispezione degli elementi di carpenteria metallica: L'Ingegnere Esperto esamina attentamente gli elementi di carpenteria metallica, concentrandosi sulle sezioni ad alto rischio di affaticamento del materiale, identificando difetti, anomalie o altre problematiche che potrebbero minacciare la sicurezza statica della macchina.
  • Valutazione degli esiti dei Test NDT: L'Ingegnere Esperto valuta i risultati degli esami NDT effettuati sulle sezioni ad alto rischio. Questi test includono tipicamente esami magnetoscopici, e in alcuni casi ultrasuoni e misurazioni degli spessori. Questa analisi è fondamentale per comprendere la salute strutturale delle macchine.
  • Aggiornamento della Valutazione Statistica: In base ai dati raccolti, viene aggiornata la valutazione statistica del periodo residuo di esercizio dell'apparecchio. Questo include previsioni relative alle future condizioni d'uso e alla classe di appartenenza dell'apparecchio.

Ogni fase dell'ispezione è documentata attraverso la redazione di un rapporto dettagliato.

Interventi di Ripristino

In seguito all'ispezione e al controllo, vengono proposti servizi per definire gli interventi necessari per affrontare difetti e anomalie strutturali.

Servizi Aggiuntivi

La gamma di servizi offerti da Quadra Srl  include:

  • rilievo dimensionale localizzato delle sezioni interessate e restituzione grafica su formato digitalizzato;
  • analisi del difetto e/o anomalia, anche dal punto di vista numerico, e definizione progettuale dell’intervento di ripristino;
  • elaborazione delle tavole grafiche d’intervento con descrizione delle lavorazioni previste;
  • assistenza tecnica in cantiere al personale incaricato dell’esecuzione dei lavori;
  • controllo visivo dell’aderenza dei lavori eseguiti alle specifiche di progetto e, qualora previsto, controllo NDT di tipo magnetoscopico e/o ad ultrasuoni delle sezioni oggetto degli interventi;
  • attestazione dell’avvenuta effettuazione degli interventi di ripristino e rilascio della dichiarazione d’idoneità statica dell’apparecchio.

Servizi di Ispezione e Controllo di Competenza dell’Ingegnere Esperto per la Sicurezza delle Macchine di Sollevamento Leggi tutto »

Guida Blu 2022 sulla libera circolazione dei prodotti in UE

La guida blu all’attuazione della normativa UE sui prodotti 2022 è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C247 del 29 giugno 2022 e aggiorna l’edizione 2016. La nuova edizione della guida tiene conto di quanto indicato nel regolamento (UE) 2019/1020 sulla vigilanza del mercato e sulle responsabilità degli operatori economici (fabbricante, rappresentante autorizzato o mandatario, importatore, distributore, fornitore di servizi di logistica). Vengono inoltre chiarite dalla guida le conseguenze dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea (la cosiddetta Brexit).

Sono stati poi meglio spiegati numerosi concetti alla base del libero scambio dei prodotti nel territorio dell’Unione europea, quali gli obblighi per la messa a disposizione dei prodotti, la loro messa in servizio, i limiti delle disposizioni legislative nazionali, il ruolo delle norme armonizzate, il contenuto della dichiarazione di conformità. Anche aspetti cruciali quali le modifiche sostanziali ai prodotti già in servizio o le riparazioni dei prodotti sono stati meglio descritti rispetto all’edizione precedente della guida.

 

L’edizione 2022 della guida può essere scaricata a questo link.

BLUE GUIDE

Guida Blu 2022 sulla libera circolazione dei prodotti in UE Leggi tutto »

Torna in alto